+Turismo

Squisite polpette dalle dimensioni calibrate, solitamente a base di pane, latte, uova e formaggio, rappresentano, insieme allo speck, il simbolo gastronomico della regione.


Per gli ingredienti semplici ed economici, erano considerati un piatto povero in cui si utilizzava il pane raffermo e quello che era a disposizione in casa. Ogni famiglia ha la sua ricetta, ma in qualche modo sono stati codificati ingredienti e dosi.

I canederli possono anche essere di patate, di semolino o di grano saraceno, avere la forma classica tonda, ma anche leggermente schiacciata, consumati asciutti o in brodo, lessati o fritti, e chi più ne ha, più ne metta.

Karl Baumgartner, uno dei migliori cuochi altoatesini, è anche un eccezionale maestro nell’insegnare l’arte dei canederli, svelando tutti i suoi trucchi: dal pane bianco raffermo di qualche giorno con tanta mollica e una crosta sottile, all’acqua frizzante da usare al posto del latte per ammorbidire l’impasto, donandogli più leggerezza.

Canederli no problem!

Preparare i canederli non è difficile, ma bisogna assolutamente seguire piccole e semplici regole perché siano perfetti!

Ricetta base per 4 persone

200 g di pane bianco raffermo (pane per canederli)

½ cipolla

2 uova

  • 150 ml di latte
  • 100 g di formaggio grattugiato (tipo formaggio di montagna, Graukäse-formaggio grigio di malga, Tilster)
  • 1 cucchiaio di farina
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 2 cucchiai di erba cipollina tritata
  • burro
  • sale, pepe

Tagliare il pane a dadini piccolissimi e trasferirli in una capace ciotola.

Sbucciare la cipolla, lavarla e tritarla grossolanamente; quindi stufarla in una padella con una noce di burro.

Sbattere le uova con il latte, sale e pepe e versare il composto nella ciotola con il pane. Spolverizzare con la farina, il formaggio, il prezzemolo, l’erba cipollina e la cipolla insieme al suo fondo di cottura.

Lavorare gli ingredienti, finché sono ben amalgamati.

Lasciare riposare l’impasto 15 minuti.

Formare i canederli con l’impasto, in modo che siano lisci e omogenei in superficie, non granulosi, e grossi quanto un’albicocca.

Lessarli in acqua bollente salata e quando vengono a galla, abbassare la fiamma e proseguire la cottura per circa 10 minuti.

Scolare i canederli e condirli a piacere (magari con burro fuso e formaggio grattugiato).

Trucco: i canederli devono essere morbidi, ma non tanto da disfarsi durante la cottura. Se necessario, aggiungere un po’ di farina all’impasto.

La ricetta di base può essere arricchita con altri ingredienti.

 

 

+Turismo