+Turismo

La primavera  si fa sentire stanchezza e spossatezza,  bagaglio scomodo dell’inverno appena trascorso, presentano il conto. Spesso poi l’aria secca, ricca di pollini e di polveri sottili scatena riniti allergiche e forme di raffreddamento più o meno invasive, è proprio in questo periodo che levare l’ancora e approdare in terra di mare risulta essere una mossa strategica per il proprio benessere.  


Con il bel tempo e la voglia di stare all'aria aperta, i triestini la domenica vanno sul Carso a fare la scampagnata con famiglia e amici e dopo un giro in osmizza.

Osmizza: il nome deriva dal vocabolo sloveno osem, che significa otto e si riferiva ai giorni concessi ai contadini del Carso per vendere presso le proprie case, il sovrappiù derivato da agricoltura, viticoltura e allevamento.


+Turismo