+Turismo

Punteggio Protocollo Green PiuTurismo: 1/8


Informazioni

In provincia di Modena, nella seconda metà dell'Ottocento, Giuseppe Pedroni ottenne la licenza per aprire un'osteria a Nonantola di Rubbiara: di generazione in generazione la stirpe dei Pedroni acquistò la licenza di rivendita di tabacchi e sale e una piccola vigna che dà tuttora il vino spumante e, soprattutto, il mosto cotto. Oggi l'Osteria di Rubbiara-Aceteria Pedroni, chiocciolata Slow Food, è condotta da Italo Pedroni.

Nessuna distrazione!

Entrando, siamo invitati a lasciare il nostro cellulare (spento) in una cassettina che chiudiamo a chiave prima di sederci a tavola: lo recupereremo alla fine del pranzo. 

Insolito obbligo, ma ben accetto dai clienti che conquistano (finalmente!) uno spazio da dedicare al sacro rito dell'assaporare ottime ricette senza stress. Ci mettiamo sotto un pergolato e quasi subito siamo serviti: strichetti al ragù, tortelloni di ricotta, pollo al lambrusco (la ricetta è gelosamente custodita dalla famiglia), arrosto, frittata, cipolline e gelato di crema all'aceto balsamico. Per finire, il Nocino della famiglia Pedroni: da non perdere! Non lasciate mai nulla, perché poi Italo vi fa finire quello che avete nel piatto!

Bomboniera per i matrimoni

A pranzo terminato, visitiamo l'acetaia della famiglia Pedroni, e apprendiamo i passaggi, dalla nascita alla maturazione, dell'aceto balsamico che ci sono illustrati dal figlio di Italo, Giuseppe. 

Uno dei prodotti più rappresentativi della provincia è, infatti, l'aceto balsamico tradizionale di Modena, mosto d'uva cotto a 90° lasciato invecchiare nelle batterie, famiglia di botti (almeno cinque e sempre in numero dispari) di capienza decrescente. L'acetaia si trova di regola nel sottotetto, dove gli sbalzi termici - caldo d'estate e freddo dinverno - favoriscono la maturazione dell'aceto. Alla fine della stagione fredda si compie il travaso, ma l'aceto tradizionale invecchia almeno per 12 anni, 25 per essere extravecchio. 

E' tradizione, quando nasce un figlio, cominciare una batteria che sarà poi la sua dote, ed è talmente prezioso da essere regalato come bomboniera agli invitati dei matrimoni. 

Il marchio di garanzia dell'aceto balsamico tradizionale di Modena è la bottiglietta nella quale è contenuto, disegnata da Giugiaro nel 1987.

Obbligatorio prenotare!

Orari: 12 - 15 (escluso marted), 20-24 venerdì e sabato

Per l'acquisto di prodotti, è possibile suonare il campanello dell'osteria dalle 8 alle 20 tutti i giorni.

Servizi

    Parcheggio auto prodotti locali

Consigli in zona

Dopo aver acquistato l'aceto balsamico, si può visitare il centro storico di Nonantola e solo la cripta della famosa Abbazia che è ancora chiusa a causa dei danni del terremoto del 2012. Ma noterete che lo spirito della gente di qui, sarà anche l'aceto balsamico, è sempre gioviale e generoso!

+Turismo