+Turismo

Informazioni

L’area è una delle zone umide più importanti del vecchio continente per la sosta e la nidificazione di circa 300 specie di uccelli. Le ricerche sulla particolare flora e fauna del Neusiedler See-Seewinkel iniziarono già all’inizio del XX secolo, su entrambi i confini (il Parco si trova infatti a cavallo tra Austria e Ungheria). Nel 1940 vennero create delle stazioni di ricerca sulle rive del lago per studiare i vertebrati della zona e in particolare le popolazioni di uccelli, e sull’ecologia del territorio e delle aree a canneto. Nel 1980 venne creata una commissione mista austro-ungherese e infine il Parco venne istituito nel 1992, affittando da 1000 proprietari privati il territorio necessario a creare l’area protetta, dopo un intenso rapporto con le popolazioni locali per far accettare la realtà del Parco. Attualmente sono in corso ricerche sull’ecologia dei pesci e la gestione delle popolazioni ittiche, sul pascolo e i suoi effetti sulla vegetazione e infine sulla fauna del canneto. 
Il Parco è stato la prima area protetta austriaca riconosciuta a livello internazionale dall’Uicn (Unione internazionale per la conservazione della natura, tra le maggiori organizzazioni mondiali che si occupano di protezione ambientale). La profondità del lago è di circa 1,10 m e il livello viene regolato dalle chiuse dell’Einserkanal.
All’interno del Parco si trovano zone di riserva naturale formate da canneti e paludi dove viene interdetta qualsiasi attività umana. Ai visitatori è invece possibile accedere alle aree di conservazione, formate da terreni agricoli, piccoli laghi, pascoli e paludi.

Foto

Consigli in zona

I luoghi di PiuTurismo


+Turismo