+Turismo

Informazioni

Fu il primo Parco naturale regionale della regione, dopo il Parco Nazionale del Gran Paradiso, creato nel 1989 ed ampliato nel 2003, è esteso tra il vallone di Champdepraz e la Valle di Champorcher, solcato dal torrente Chalamy, in posizione appartata rispetto alle grandi rotte turistiche valdostane. Le alte vette aguzze dei monti Avic (3003 metri), Iberta e Glacier (oltre i 3185 metri) separano il vallone di Champdepraz dalla valle di Champorcher. Nel parco è presente la più estesa foresta di pini uncinati (Pinus mugo subsp. uncinata) della Valle d'Aosta: oltre 980 ettari.

Il Parco è raggiungibile dall'autostrada A5 Torino - Aosta uscendo al casello di Verrès o al casello di Pont-St-Martin.Da Verrès ci si immette sulla statale n° 26 in direzione Aosta; si prosegue per circa due chilometri per deviare a sinistra e, superata la Dora Baltea, raggiungere Fabbrica, primo centro abitato di Champdepraz. Sul lato destro della strada regionale n° 6 si incontrano prima il Punto informativo e quindi la Sede amministrativa dell'Ente Parco. Si prosegue poi sino al capoluogo di Champdepraz, sede del Comune e del Museo comunale. La strada risale quindi il versante della montagna per poi entrare nel vallone del torrente Chalamy e terminare in località Chevrère, 10 km a monte di Fabbrica; qui si trova il Centro visitatori di Covarey, prossimo al punto di partenza di numerosi sentieri.Da Pont-St-Martin si prosegue sulla statale n° 26 in direzione di Aosta; a Bard, una rotonda consente imboccare sulla sinistra la strada regionale per Champorcher. Raggiunto questo comune, in località Castello si incontra il secondo Centro visitatori del Parco "Villa Biamonti"; si può poi proseguire prendendo un bivio sulla destra sino a Mont-Blanc e Remoran in inverno e sino a Dondenaz in estate.

 

Consigli in zona

I luoghi di PiuTurismo


+Turismo