+Turismo

Boschi, montagne, laghi, spiaggia, fiumi in un’unica location


Durante il lockdown tutti noi abbiamo sviluppato una voglia di evasione e di serenità molto forte, sognando il giorno in cui finalmente saremmo potuti uscire all’aria aperta, alla ricerca di naturadi coloridi profumidi profondità in cui gli occhi potessero spaziare. Quel momento tanto agognato è arrivato e pianificare una vacanza in cui rilassarsi e allo stesso tempo sentirsi in un ambiente sicuro rispetto alla diffusione del virus è diventato possibile. 

Per mesi abbiamo pensato alla montagna, al lago, alla spiaggia, alle passeggiate nei boschi e ogni destinazione sembrava bellissima. I Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano sono il luogo ideale in cui trascorrere una “vacanza”, perché in 12 ettari di superficie sono racchiusi tutti questi ambienti da vivere in assoluta sicurezza.

Per vivere il mare a Merano, la Spiaggia delle Palme dei Giardini di Castel Trauttmansdorff ricrea perfettamente l’ambientazione di una spiaggia tropicale, con tanto di sdraio in cui sedersi e di sabbia dorata in cui camminare anche scalzi. Il panorama meraviglioso che si gode dalla Spiaggia delle Palme è costituito dalle montagne del Gruppo di Tessa, che fanno a gara in altezza con le palme a foglia pennata e a ventaglio della spiaggia, provvidenziali con la loro ombra nelle giornate più calde.

Il Giardino Giapponese è un’area stupenda dei Giardini di Sissi in cui la presenza del ruscello e della cascata danno la sensazione di essere in vacanza, anche perché i visitatori hanno la possibilità di rinfrescarsi i piedi nell’acqua e di massaggiarli con i sassi presenti nel fondo del ruscello.

Per chi ama il lago, i Giardini di Castel Trauttmansdorff sono un’ottima risorsa. Il Laghetto delle Ninfee è lo specchio d’acqua più esteso dei Giardini e ne rappresenta il cuore. È una parte molto romantica, su cui si affaccia il Café delle Palme da cui è possibile ammirare le piante acquatiche e lo scenario maestoso dei Giardini. Dall’acqua, infatti, spuntano i bianchi fiori di loto, mentre le sponde del lago sono ricoperte da un fitto palmeto con morbida erbetta su cui sedersi per concedersi momenti di pieno relax; guardare le anatre, le tartarughe e le curiose carpe Koi affiorare dall’acqua è un vero balsamo per l’anima.

Nella parte dei Giardini in cui sono stati ricreati i Paesaggi dell’Alto Adige è presente un altro laghetto attraversato da un ponte e circondato dalla tipica vegetazione palustre a tife e canneto, così come nei Boschi del Mondo, dove il padiglione artistico dedicato alle “Piante ornamentali da tutto il mondo”, con tanto di albero maestro, vela e cannocchiale riporta ai secoli passati delle spedizioni botaniche dei cosiddetti cacciatori di piante che portarono in Europa piante esotiche e sconosciute. 

Altro specchio d’acqua rilassante e decisamente romantico è quello in cui è immersa l’installazione dei tre giganteschi mazzi di fiori del Giardino degli Innamorati

Chi da casa sognava le passeggiate nei boschi, troverà la sua soddisfazione in diverse aree dei Giardini di Castel Trauttmansdorff. Nei Paesaggi dell’Alto Adige, ad esempio, lungo il corso di un ruscello artificiale sono stati allestiti il bosco di roverelle e il bosco ripariale, dominato da ontani e salici, mentre nei Boschi del Mondo si trovano la Valle delle Felci, con i suoi esemplari di ginkgo, arucarie e metasequoie che rievocano il fascino di un ambiente primitivo, insieme alla presenza della Wollemia Nobilis, una pianta ritenuta estinta che 65 milioni di anni fa ricopriva vaste aree del mondo; e il Bosco di Bambù, che accoglie i visitatori con oltre 40 varietà e specie di bambù a crescita bassa, media e alta su diversi livelli.

Giardini di Castel Trauttmansdorff sono un luogo anche rassicurante dal punto di vista delle misure cautelative contro la diffusione del Covid-19. Il numero massimo di persone presenti nell’area dei Giardini sarà, infatti, di massimo 700 unità; i visitatori avranno l’obbligo di indossare la mascherina coprendo naso e bocca nel caso non possano rispettare la distanza di sicurezza tra loro; inoltre, i Giardini metteranno a disposizione dei disinfettanti con cui detergersi le mani nel corso della visita, alcuni percorsi ed aree, sempre per motivi di sicurezza, resteranno chiusi o regolati a senso unico e per l’estate 2020 la chiusura sarà anticipata alle ore 19.

Una “vacanza” ai Giardini di Castel Trauttmansdorff per questa stagione avrà il costo speciale di 11€ a persona24€ per famiglie composte da 2 adulti e ragazzi sotto i 18 anni d’età e 13€ per mini-famiglie (1 adulto con ragazzi sotto i 18 anni). Possibilità anche di prolungare la “vacanza” grazie al Mini Abbonamento Stagionale, valido per tre giornate in una stagione, al costo di 28€ e al Mini Abbonamento Stagionale per Famiglie, valido sempre per tre giornate al costo di 65€.

+Turismo