+Turismo

Sabato prossimo, 11 luglio, sarà la data di inaugurazione ufficiale per la nuova stagione del progetto Dolomiti Contemporanee. All’ex-Villaggio Eni di Borca di Cadore, nel cuore delle Dolomiti Bellunesi, si terrà una conferenza stampa aperta al pubblico, di presentazione alle attività del progetto programmate per il periodo estivo-autunnale;


a seguire, verrà data la possibilità di visitare il sito e di trovarvi opere in precedenza presentate ed altre inedite, realizzate dagli artisti in residenza nelle ultime settimane.

Dolomiti Contemporanee è un progetto che per mezzo della cultura e dell’arte contemporanea si propone di rigenerare siti dismessi o depotenziati nel territorio delle Dolomiti. Con un approccio critico e intraprendente allo spazio in cui si agisce e in opposizione alla contemplatività passiva degli stereotipi alpini, esso inserisce le proprie attività culturali nella realtà locale, creando una rete di partner pubblici e privati che le sostengano condividendone le motivazioni. Lo scopo è di dare un impulso al riavviamento dello spazio, oppure, qualora ciò non sia sufficiente, darci un’identità nuova.
Si parlerà, sabato, dei progetti per i cantieri che DC ha ora all’attivo: l’ex-Villaggio Eni di Borca di Cadore, l’ex-cartiera di Vas, il Nuovo Spazio di Casso e l’area del Vajont, la quale riguarda il concorso artistico internazionale Two Calls for Vajont. Verrà presentata la nuova campagna di comunicazione Terraformazione, a cura di Bra_Bam (BO); l’esplorazione, l’azione intraprendente in territori nuovi, la fantascienza saranno la linea tematica per gli eventi dell’estate nelle Dolomiti.

+Turismo