+Turismo

Cosa significa avere un sito adatto ai dispositivi mobile? La questione è meno semplice di ciò che sembra, e Google ormai ne fa una questione di principio. 
Il tuo sito è pronto per la rivoluzione che è in corso?


Poco meno di un anno fa avevamo affrontato la questione del perché avere un sito web e perché averlo responsivo.

Parlavamo dell’inizio di una rivoluzione che porta Google ad applicare delle nuove regole, rivoluzionarie ma adeguate al secolo in corso, che servono a migliorare sempre di più l’esperienza dell’utente.

Il primo passo è stato iniziare a dare maggior visibilità a due tipi specifici di contenuto:

  • i contenuti delle community innanzitutto
  • i contenuti consultabili da mobile 


I contenuti consultabili da mobile 

Se inizialmente Google ha optato per dare maggior priorità ai soli siti responsivi ora allunga il passo: l’indicizzazione stessa partirà dalla versione mobile, analizzando innanzitutto quella mole di informazioni che sarà fruibile al vostro utente dal suo telefonino, prima di tutto, e poi il resto.
Quindi maggiore sarà la qualità del vostro contenuto mobile migliore sarà il risultato (non a pagamento) del vostro posizionamento sul motore di ricerca.

Cosa vuol dire avere un sito per mobile?

Il sito per mobile non significa dover far sviluppare un nuovo sito dedicato: se il proprio sito è recente e ben strutturato è possibile ottenere una versione per mobile semplicemente lavorando su wordpress o sull’architettura adottata.
In alternativa è possibile decidere di aggiornare il proprio sito (se fatto in wordpress) e adottare un template full responsive con anche la versione da mobile.
Il nostro staff è a disposizione gratuitamente per valutare le condizioni del tuo sito e proporti la soluzione più adatta alla tue esigenze per migliorarlo ed aggiornarlo.

Il sito per mobile NON è uguale al sito per desktop: ovviamente la navigazione da cellulare ha un utilizzo differente rispetto a quello che si ha da desktop, e per quanto il mercato si sia spostato prevalentemente sulle app (scelta che noi abbiamo evitato motivatamente) emergono ora due fattori:

  •  le app che utilizziamo sono poche e solo quelle necessarie e a cui siamo abituati
  • il contenuto della app non ha alcun ranking su google, se non per la parte di download, dove la lotta è serrata tra troppi competitor per poter essere “la app che fa la differenza”

Il sito mobile deve contenere una diversa navigazione concepita per fornire all’utente quel tipo di informazioni rapide ed immediate che può voler conoscere da mobile mentre viaggia. I nostri contatti, i link ai social, le nostre valutazioni, il gradimento di altri utenti, tutte quelle azioni (differenti dalla navigazione classica da desktop) in cui il tempo di decisione passa da decine di minuti a pochissimi secondi.

I dati dicono che una prenotazione su booking avviene in una manciata di secondi, con il vostro sito mobile dovete saper emozionare, eccitare, accattivare e convincere l’ospite a scegliere voi invece di passare al sito successivo.
 
Si tratta di studio di usabilità, analisi del prodotto e scelta delle caratteristiche in base al bacino d’utenza, decidere cosa uscirà su google dalla sua verifica della interfaccia mobile, e maggiore e migliore rispetto ai suoi standard sarà la vostra risposta migliore sarà la qualità della vostra presenza e del vostro posizionamento sul suo motore, e  su tutti quei motori che fanno di google la bibbia di come si ricercano le informazioni.

Come facco a decidere quali contenuti evidenziare per primi?

Di sicuro il primo consiglio è di affidarvi a dei professionisti: è spesso difficile quantificare il buon lavoro reale di SEO e di ottimizzazione del progetto rispetto al risultato che avrà il sito, di certo prima di tutto è necessario dotare il proprio sito di google analytics.

Questo ci garantirà due cose:

  • potremo analizzare i risultati dell’investimento innanzitutto in numero di viste: maggiore sarà la crescita migliore sarà stato il risultato dell’investimento che abbiamo messo in atto
  • potremo studiare il nostro sito e capire dove facciamo bene e dove sbagliamo

Partendo da questa analisi, e da altre che è possibile fare con (sempre grazie a Google) gli strumenti per webmaster e moltissimi altri strumenti, è possibile effettuare investimenti mirati e non estemporanei (come fare campagne su Google ADS - ex Adwords) per garantire al proprio sito un ottimo posizionamento e la possibilità di battere la concorrenza grazie ad un utilizzo consapevole degli strumenti informatici.

+Turismo