+Turismo

Molto spesso pensare alle vacanze in montagna equivale a mettere a fuoco due stagioni nette e distinte tra loro: estate e inverno. In estate si va volentieri in cerca di paesaggi freschi e situazioni rilassanti, per ricaricare le pile con la famiglia o gli amici.


L’inverno è invece il periodo dell’anno che si identifica con il freddo e la neve: qui le ferie fanno rima con lo sci e altri sport su sfondo bianco. Sempre più spesso le persone vanno però in cerca di un’alternativa a questa dicotomia all’apparenza rigida. L’autunno rappresenta infatti una stagione d’oro per recarsi in montagna, sia che si tratti di una fuga lunga un weekend oppure di una intensa settimana di ferie. In questo periodo dell’anno le località non sono troppo affollate e i prezzi si abbassano mentre invece le temperature restano miti. Gli amanti della natura troveranno che viaggiare in questo periodo dell’anno spalanca le porte a panorami mozzafiato, disegnati da colori irripetibili che pervadono i boschi e i laghi oltre che le montagne. E’ il momento del cosiddetto foliage, ovvero quella fase particolare in cui le foglie cambiano colore e formano un tappeto luminoso che ‘guarda’ il cielo. 

Un tuffo nelle tradizioni enogastronomiche: il törggelen in Alto Adige

Una ‘classica’ vacanza autunnale in montagna, inoltre, non può prescindere da un’immersione nelle tipicità enogastronomiche delle località che ci si appresta a vivere. Questo periodo è infatti ricco di eventi e iniziative a tema come il törggelen in Alto Adige, una vera e propria stagione a sé che rivela tradizioni senza tempo. Si narra che - conclusa la fase di vendemmia - un tempo contadini e braccianti si riunissero in locande e cantine per assaggiare il vino e valutarne la qualità raggiunta. Che cosa accadeva? Con l’arrivo della stagione autunnale vignaioli e contadini aprivano le porte ai viandanti: il gesto dell’assaggio di vino nuovo e mosto veniva dunque condiviso, nel nome della convivialità. Oggi questa tradizione secolare non si è persa e anzi rappresenta un forte richiamo turistico per gli amanti della montagna. Una curiosità in merito all’etimologia del termine törggelen: la sua derivazione è di stampo latino e il ‘torculum’ altro non era che lo strumento per la pressatura delle uve.

Una parentesi romantica che ispira relax, selfie e shopping

La natura cambia volto in autunno: è la stagione dei colori romantici per eccellenza. Le location di montagna per questo motivo sono in grado di ammantare di un’aura calda e irripetibile qualsiasi scenario: è la condizione perfetta per aprire una piccola o grande parentesi romantica con il partner. C’è un’aria frizzante che invoglia al relax, allo shopping e - perché no - ai selfie per immortalare momenti che poi sarà bello rivivere in fotografia. Mettersi in ascolto dei suoni della montagna, del lago o del bosco è mille volte meglio di qualsiasi altra musica rilassante. Qui i ritmi rallentano per loro essenza, seguendo la natura che si avvia verso il letargo. Quella autunnale si offre anche quale stagione perfetta per fare passeggiate in bici oppure per dedicarsi al trekking nel verde fresco e odoroso. 

+Turismo