+Turismo

A piedi, in bicicletta o in auto, percorrendo gli itinerari che portano al Colle del Piccolo San Bernardo, presso la località di La Thuile in Valle d'Aosta, non si può non rimanere affascinati dalla bellezza del Lago Verney.


A piedi, in bicicletta o in auto, percorrendo gli itinerari che portano al Colle del Piccolo San Bernardo, non si puo non rimanere affascinati dalla bellezza del Lago Verney che, con la sua estensione di 0,2 Km, rappresenta il piu vasto specchio lacustre naturale della Valle d’Aosta. Di origine glaciale il Lago Verney si trova a 2.088 m di altezza, tra il Bec des Rousses, promontorio del Piccolo San Bernardo, e il monte Chaz Dura. La zona circostante il Lago di Verney e caratterizzata dalla vegetazione igrofila, si tratta di varieta botaniche pregiate come eriofili, carici e giunchi oltre agli sfagni, tipici abitanti delle torbiere. Sui lati, l’opera della natura ha lasciato depositi morenici ricchi di risorgive, perfetto habitat per primule e sassifraghe. Il Lago di Verney e anche riserva di pesca. Meta prediletta da molti turisti, il suo perimetro si compie con una comoda passeggiata di circa 45 minuti ma, lasciandosi il lago alle spalle si puo raggiungere in circa mezz’ora il Lago Verney Superiore. Proseguendo verso il Colle di Pointe Rousse, lungo un percorso costellato da numerosi laghetti d’alta quota e placide radure alpine, si raggiungono le belle sponde del Lago di Tormotta (2.486 m). Questo specchio d’acqua si trova in una amena valletta alla base sinistra del Monte Tormotta e sotto il ghiacciaio di Arguerey. Suggestiva la veduta dal lago poiche guardando oltre il vallone del Breuil si possono scorgere molte delle vette della catena del Monte Bianco. Il lago ha una colorazione dal celeste al verde e nelle belle giornate nelle sue acque si specchia il Petit Mont Blanc. Percorso facile e adatto a tutti e quello che dal Colle San Carlo conduce all’incantevole lago di Arpy (2.066 m). Posto in una splendida conca, il lago e racchiuso tra il Monte Charvel e la Becca Poignenta a sinistra del Monte Colmet. E’alimentato dall’emissario del lago di Pietra Rossa. Sulla destra di trova il Colle della Croce (dalla cui vetta si ha un bel panorama su La Thuile), mentre camminando intorno alla riva ci si trova di fronte allo spettacolo offerto delle Grandes Jorasses, cime che fanno parte della catena del Monte Bianco. Il lago ha sfumature di colore che vanno dal marrone, al celeste al verde. Nelle sue acque sono presenti trote e una rara specie di anfibio, il tritone alpino (Triturus alpestris). I laghi di Bellacomba inferiore e superiore, si trovano rispettivamente a un’altitudine di 2.374 m e 2.378 m tra il Grand Assaly, la Punta Tachuy e il Monte Charve (a sinistra) e il Monte Freduaz (a destra). Il panorama verso sinistra si apre sui Monti Colmet, Lusse, e Monchette, mentre sulla destra dei laghi si ha una bella veduta del gruppo del Monte Bianco. Di origine glaciale, sono contornati da pietraie ed hanno una colorazione tra il verde e l’azzurro.
Per raggiungerli si parte dalla frazione di La Joux in direzione del rifugio Deffeyes, passando delle cascate del Rutor e piegando subito dopo verso destra. Il sentiero e di media difficolta. Giungendo invece al rifugio Deffeyes, su un terrazzamento del terreno, tra i bastioni rocciosi sui quali arriva il fronte del ghiacciaio del Rutor si trovano il Lago Verde (2.539 m) e il Lago Grigio (2.532 m). Divisi da uno stretto lembo di terreno, il primo bacino piu in quota e di colore verde intenso mentre il secondo e leggermente piu chiaro. Da questa posizione si gode una vista a 360°, dal Mont Colmet, alla catena del Monte Bianco, al pianoro di Les Suches (e quindi di tutta la ski-area di La Thuile), al vallone di Bella Comba fino alla dorsale francese, per poi proseguire con il panorama del Grand Assaly e del Rutor.
Nel vallone sottostante, verso il Rifugio Deffeyes si vedono i laghi d’En Bas e Rutor. Proseguendo dal Deffeyes verso il Passo Alto, a 2.757 m, ai piedi dell’omonima morena glaciale, si possono ammirare i bellissimi laghi Ussellettes. La loro colorazione varia di stagione in stagione da un azzurro ghiaccio fino a prendere anche sfumature rossastre.

La Thuile

La Thuile è un villaggio montano di circa 750 abitanti situato a 1.441 mt di altitudine nella parte sud occidentale della Regione Autonoma Valle d’Aosta. Fin dai primi del 1900, grazie alla presenza della Scuola Militare Alpina, alla nascita dello Sci Club Rutor (1915) e della Scuola di Sci (1964), è stata sede di competizioni a livello internazionale di gare di sci nordico e sci alpinistiche.
Dal 1948 con la nascita della società di gestione di impianti a fune Valrutor, si è puntato quasi tutto sullo sci alpino con la creazione di un grande comprensorio internazionale in continua evoluzione denominato Espace San Bernardo che si estende a cavallo della frontiera tra La Thuile (Italia) e La Rosière (Francia).
L’amore per il territorio, il culto dei prodotti della terra, il rispetto per la tradizione culinaria e una forte vena creativa trovano espressione nella proposta enogastronomica di La Thuile. Nei caldi e accoglienti locali tipici, in paese e in quota, si possono scoprire i sapori della tradizione e gustare le specialità del luogo, mentre nelle pasticcerie di questo borgo, che dal 2009 ha ricevuto il riconoscimento di Città del Cioccolato, i più golosi potranno apprezzare i dolci tipici e le squisite delizie al cioccolato. 
La bellezza degli scenari naturali, l’autenticità dei luoghi, l’ospitalità e la ricchezza della proposta turistica fanno di La Thuile una destinazione ideale per ritrovare i propri ritmi, dimenticare le tensioni. Si tratta di una località in cui sentirsi a proprio agio e potersi ritagliare una vacanza su misura, con la giusta dose di neve, sport, relax e buona tavola.

La mappa dei servizi e dei nostri itinerari a La Thuile:

+Turismo