+Turismo

Ascolta i segnali del tuo corpo: il secondo punto della nostra guida.


Nel secondo punto della guida “Zero stress in 9 mosse” suggerisco di imparare a leggere il tuo corpo, ossia le sensazioni fisiche, poiché sono espressione delle emozioni. Quelle emozioni che tante volte siamo inclini a decifrare con la mente, dandoci spiegazioni, giustificazioni, rassicurazioni e insomma raccontandoci un sacco di storie per sistemare le cose, per andare avanti, per non cambiare realmente nulla, salvo poi continuare a lamentarci. Ma la verità sta nel corpo, inteso come organismo vivente, perché è il corpo che manifesta il nostro stato di salute e benessere o di malessere e malattia e quindi è il corpo che ci può dire in ogni momento come stiamo e di che cosa abbiamo bisogno. Se iniziamo a osservare le nostre reazioni allo stress da un punto di vista fisico, a riconoscerle e ad accoglierle senza giudizio, impariamo a non bloccare le emozioni, arrivando al punto in cui traboccano (il classico vaso troppo pieno) oppure permettendo ad esse di annidarsi nel corpo che, inascoltato, finisce per ammalarsi.  

La mossa 2 è: impara a leggere il tuo corpo.

La pausa suggerita al punto 1 della guida “Zero stress in 9 mosse” è un’occasione per stare in ascolto di sé a livello corporeo e percepire le sensazioni interne: il respiro, il battito cardiaco, lo stato dello stomaco (se è teso, rilassato ecc.), il senso di fame o di sazietà, ma anche le tensioni o  il dolore. Si chiama interocezione e ci comunica il nostro stato di salute, il nostro livello di energia e di stress, dato che i circuiti neurali che forniscono queste informazioni sono in connessione diretta con quelli che governano i processi di regolazione corporea. L’interocezione permette una presenza emozionale soggettiva in un flusso continuo e con un senso dell’organismo nel suo insieme. In questo modo eviterai se di ragionare senza tener conto delle tue reali emozioni, perché sarà più facile riconoscerle nel momento in cui emergono, senza giudicarle.

"La consapevolezza corporea di sè (embodied self-awareness) è l’abilità di far attenzione a noi stessi, di sentire le nostre sensazioni, emozioni e movimenti, nel momento presente, senza l’influenza di pensieri giudicanti." (A.Fogel, La psicofisiologia dell'autoconsapevolezza, Londra 2008).

+Turismo