+Turismo

Un dolce indugiare sull'ultimo giorno delle Feste Natalizie e la ricchezza e abbondanza dei doni dei Tre Re, ecco all'Agriturismo La Campana la tradizione del Brunch dei Magi.

Un'occasione per valorizzare quel Km0 indispensabile ad un Agriturismo e per riflettere su cosa significhi l'Inverno in campagna.

 


Dall'orto invernale arrivano le insalate di verza e radicchio. I prodotti da forno, che non possono mancare. Ma ciò che più si sfutta sono le conserve. I sapori dell'estate si ripresentano con le confetture, la frutta sciroppata e i succhi di frutta preparati nella bella stagione. Un tempo la possibilità di letteramente "imbottigliare" l'abbondanza per i tempi difficili era questione di sopravvivenza. 

Anche i formaggi e gli yogurt, che troviamo ampiamente utilizzati in questa versione tutta locale del Brunch, altro non sono che un "trucco" da millenni affermatosi per la conservazione del latte e delle sue proprietà nutritive. Una sorta di "alleanza" con molti tipi di microorganismi amici per il comune benessere. Alleanza che assume tanta varietà quanti sono i tipi di latticini prodotti nel mondo.

Anche gli insaccati e i salumi in generale erano modi di conservare più a lungo le carni altrimenti deperibili. A tal proposito, ricordiamo che la tradizione della macellazione del maiale nel periodo di Gennaio (tipicamente intorno al giorno di Sant'Antonio) deriva proprio dalla necessità di lavorare al freddo, perchè il prodotto non si guasti durante la preparazione.

Ecco perchè il Brunch dei Magi all'Agriturismo La Campana è ancora una volta l'occasione per essere più consapevoli dei nostri legami con il territorio e su quanto da esso dipendiamo per il nostro sostentamento ed il nostro benessere.

+Turismo