+Turismo

Colori spettacolari e prezzi speciali


La fine dell’estate lascia sempre un po’ di amarezza per la ripresa di tutte le attività e la fine delle vacanze che non sono mai abbastanza. Ad addolcire questa sensazione di malinconia come sempre viene in aiuto la natura, che in autunno cambia veste alla vegetazione abbinando colori caldi a temperature più variabili. 

Giardini di Castel Trauttmansdorff, come il resto dell’Alto Adige, sono la passerella ideale per ammirare l’outfit stagionale di piante e alberi. Colori spettacolari, con tonalità che passano dal giallo all’arancione fino al rosso intenso, evidenziano in tutti gli 80 ambienti botanici il contrasto con l’azzurro intenso del cielo, che decide a fine giornata di riappacificarsi con la terra regalando tramonti infuocati. 

Passeggiando nei sentieri che guidano all’interno dei Giardini di Sissi in autunno, oltre alla vista, anche gli altri sensi saranno gratificati. I profumi delle ultime fioriture inebrieranno i visitatori e le gradevoli temperature renderanno la visita piacevole e per nulla impegnativa. 

Il canto degli uccellini, il fruscio delle foglie e lo sciabordio dei corsi d’acqua saranno come una musica d’accompagnamento rilassante e gioiosa e anche il gusto sarà soddisfatto dalle parti dei Giardini in cui è possibile – perché indicato nei cartellini esplicativi – assaggiare i frutti, o più semplicemente concedersi uno snack o un pasto presso i punti di ristoro interni ai Giardini stessi, il ristorante Schlossgarten e il Café delle Palme.

Chi andrà a vedere i Giardini di Castel Trauttmansdorff nell’autunno 2020 acquisterà il biglietto di ingresso ad un prezzo ridotto (8,50 € anziché 11,00 € a persona dal 1.11 al 15.11) e troverà anche installazioni, cartelli e immagini che illustrano il tema di approfondimento scelto per quest’anno, la Biodiversità. I visitatori avranno l’opportunità di riflettere sull’importanza della diversità biologica per l’uomo e per la sopravvivenza di ogni essere vivente in generale, grazie ai molti spunti disseminati in tutta l’area dei Giardini. Solo per fare un esempio, sui blocchi di porfido all’ingresso e nel laghetto nei Boschi del Mondo saranno presenti le “bombe di semi” di Officinadïdue, che ha appunto intitolato la sua installazione “Seed bombing”(bombardamento di sementi) per richiamare una pratica di riforestazione aerea in uso attraverso “bombe” di semi su territori piuttosto ampi colpiti da incendi, inariditi o deforestati.  Le “bombe di semi” di Officinadïdue sono realizzate in vetro soffiatocon all’interno dei semi di varia origine: fiori, graminacee, piante. Sono vere sculture da appendere, come se cadessero dall’alto, oppure da appoggiare al terreno o sull’acqua e parlano della fragilità della vita, degli equilibri naturali e della biodiversità. 

Gli “Insetti impollinatori su fiori” dell’artista Lorenzo Possenti, sculture precise nei minimi dettagli in formato XL, attireranno senza dubbio l’attenzione di tutti. Un’ape legnaiola su fiore di cisto e una coppia di argo (farfalle) azzurra su un fiore di aster, mettono in evidenza quanto l’interazione tra insetto e fiori durante l’impollinazione sia importante per la conservazione della diversità della flora e della fauna. 

+Turismo