+Turismo

Hai visto un documentario bellissimo, sei rimasto affascinato dalle immagini sott’acqua, vuoi diventare un sub ma non sai da dove iniziare? Qualche consiglio per approcciarti a questo meraviglioso sport nel modo migliore!


1 - Fai un corso con istruttori affidabili e non in vacanza 

Si diventa sub frequentando un corso e conseguendo un brevetto presso una scuola di subacquea. Sul tutto il territorio ce ne sono tantissime, guardati in giro, scegli una scuola che ti offra corsi seri, con lezioni di teoria e pratica. Diffida dei corsi lampo!

2 - Frequenta le lezioni e studia 

E’ fondamentale apprendere e non conta solo il divertimento delle prime prove in piscina! La teoria è importante per comprendere cosa accade al nostro corpo a determinate profondità!

3 - L’attrezzatura e la smania da acquisto compulsivo.

L’attrezzatura è importante, deve essere funzionante e di buona qualità. Però fai i tuoi acquisti di pari passo con l’esperienza. Imparerai a conoscere meglio le tue necessità e a capire dove è bene concentrare le prime spese. E’ uno sport che può rivelarsi dispendioso se non si affrontano gli acquisti nelle modalità e nei tempi giusti. E’ inutile avere un gav ultratecnico da 2.000,00 euro se poi hai l’erogatore difettoso!

4 - La prima uscita in mare.

Sarà una delle esperienze più emozionanti, alla quale (se supererai l’esame!) ne seguiranno altre se ti appassionerai alla subacquea. Durante la tua prima uscita segui scrupolosamente ciò che hai imparato durante la teoria e in piscina, non perdere di vista il tuo compagno e la guida di immersione.

5 - Le uscite in mare ricreative.

Hai conseguito il brevetto e ora puoi effettuare le tue uscite ricreative. Non  scordare mai di rispettate quello che hai imparato al corso, non immergerti mai da solo, rispetta i limiti previsti da tuo brevetto.

6 - Rispetta il tuo corpo.

La subacquea è uno sport accessibile davvero a molti, quasi senza limiti di età! Apparentemente non è uno sport faticoso, ma in alcune circostanze può dimostrarsi molto molto impegnativo, mettendo il tuo organismo a dura prova. Immergiti solo se sei in buone condizioni di salute e ti senti di farlo! Fumare fa male anche se non sei un sub, ma facendo immersioni è ancora più pericoloso. Se sei un fumatore cogli questa occasione come stimolo per smettere!

7 - Rispetta l’ambiente.

In mare si guarda, si fotografa, si pinneggia sinuosi nell’acqua. Ma non si tocca. Non deturpare l’ambiente marino e non toccare i suoi abitanti!

8 - Rispetta le regole

Ricorda che devi rispettare non solo quanto imparato ai corsi e durante le tue esperienze, ma anche le regole che incontri quando programmi un’immersione: divieti e accessi delle zone protette, segnalazioni di presenza con le boe e controlla sempre le condizioni meteo. Affidati a centri diving che ti sappiano consigliare. Le correnti e le condizioni del mare possono cambiare anche in meno di un’ora e farti vivere esperienze piuttosto traumatiche.

9 - La soglia del pericolo

Ci sono moltissime variabili che, se sottovalutate, possono trasformare una gita divertente e spensierata in una tragedia. Controlla te stesso, la statistica purtroppo dice che la troppa confidenza abbassa la soglia del pericolo percepito. Non comportarti da incosciente e ricorda che le regole che hai imparato da novellino sono sempre valide, anche quando hai alle spalle qualche immersione in più.

10 - Divertiti e ama ciò che fai!

La subacquea è soprattutto aggregazione, condivisione delle esperienze con altri subacquei. Godi di questo aspetto e divertiti ammirando le meraviglie che la natura ti offre!  

Eccovi un video che fa parte di una campagna di sensibilizzazione promossa dal DAN per la prevenzione degli incidenti da elica.

+Turismo