+Turismo

Dall'etimologia e storia assolutamente da scoprire, Formentera, in latino ''Isola del grano”, continua ad essere una meta turistica attiva ed attrattiva negli ultimi anni anche dal punto di vista sostenibile. Da vivere a livello sportivo, naturalistico, culturale, si trova in una delle isole più belle delle Baleari


Formentera conosciuta ed amata dal punto di vista turistico da decenni, è una tra le quattro isole principali e tra le più piccole dell'arcipelago delle Baleari, comunità quest'ultima autonoma della Spagna.

Molto ben collegata con la celebre Ibiza continua ad essere una tra le mete più popolari ed amate dagli italiani; da anni è impegnata nel perseguimento di un turismo eco-sostenibile: caratterizzata da incantevoli paesaggi mediterranei, spiagge mozzafiato ed acque turchesi, ampie foreste di pini e ginepri, vari percorsi nella natura che portano al mare, vanta effettivamente di una straordinaria biodiversità, per via di una flora e fauna molto variegata, da dover assolutamente preservare. 

Tra le mete naturalistiche di eccezionale bellezza vi è il  Parco della Riserva naturale delle Saline (Parque Natural de Ses Salines) che ospita al suo interno habitat terresti e marini inestimabili, una zona abitativa per gli uccelli migratori, parco tra l'altro che è costituito per la stragrande maggioranza della superficie marina da praterie di Posidonia Oceanica; quest’utima, pianta endemica nel Mediterraneo e da 20 anni Patrimonio dell’Unesco, a Formentera va a formare praterie marine tra le più grandi nella zona, garantendone proprio per le sue proprietà la limpidezza e la trasparenza delle acque dell’intera isola. 

Il Parco, situato nella parte settentrionale dell’isola,estendendosi più a nord, ingloba al suo interno la Riserva Marina d’Es Freus, la seconda area marina protetta più grande del Mediterraneo spagnolo creata nel 1999 allo scopo di proteggere gli ecosistemi, arrestare il degrado degli habitat, recuperare e ripopolare le specie e le aree a rischio. Ospita una grande varietà di paesaggi sottomarini, tra cui la già citata posidonia. Nella zona sono assolutamente vietati l’ancoraggio di imbarcazioni, la pesca subacquea, la pesca sportiva di qualsiasi genere e le immersioni con scafandro autonomo.  

Sono poi numerose le iniziative ambientali più recenti, tra cui: l’introduzione di norme da parte del Consell Insular de Formentera per regolare il transito dei veicoli all’interno dell’isola; la nascita del gruppo di volontari Plastic Free Formentera, operanti nella riqualificazione delle spiagge dell’intera isola con l’aiuto del Ministero dell’Ambiente; diverse sono inoltre le campagne attuate nelle scuole per informare ed istruire i cittadini del domani, sensibilizzando oggi sui rischi e i danni sull’ambiente.

Con il progetto Formentera Sostenibile, l’isola si impegna costantemente nella tutela dell’ambiente, per creare consapevolezza nel perseguimento di un modello di turismo sostenibile che ne preservi l’equilibrio ecologico ed economico. 

 

 

+Turismo