+Turismo

Dal 21 al 23 marzo Piuturismo, fotocamera in spalla, partirà per andare a incontrare alcuni imprenditori coraggiosi che si sono rimboccati le maniche per ricostruire le proprie aziende e l'economia delle Marche.


“Storie da raccontare sui Sibillini” è il nome della spedizione di fotografi professionisti - tra cui il “nostro” Carmine Castella - di fotoreporter e giornalisti che racconteranno attraverso il loro “sguardo professionale” cosa sta accadendo in quello che è uno dei territori più colpiti dal terremoto del Centro Italia.

Piuturismo attraverso il suo inviato, in collegamento costante con la redazione di Roma, descriverà in diretta questo viaggio alla scoperta delle storie di alcuni imprenditori, turistici e non, che nonostante la crisi si sono rimboccati le maniche e lottano ogni giorno per far ripartire non solo la propria azienda, ma la loro regione, in ginocchio dopo gli ultimi eventi sismici di fine ottobre e novembre scorsi.

Abbiamo intervistato Ilaria Barbotti, di Instagramers Marche, una marchigiana che insieme ad altri tre marchigiani – un blogger, un’instagramer e un giornalista – si sono fatti promotori del progetto “Riparti dai Sibillini” allo scopo di porre in essere una serie di iniziative, come questa a cui prenderemo parte come Piuturismo, che possano dare sostegno alle persone terremotate e all’economia locale.

Piuturismo: Perché questo progetto, “Riparti dai Sibillini”?

Ilaria: Perché amiamo le Marche e non possiamo stare fermi a guardare mentre una buona parte della nostra regione rimane nell'ombra dopo un momento difficile che ci tocca da vicino.

P: Perché questa specifica spedizione con fotografi professionisti, quale valore aggiunto potranno portare al progetto?

I: “Riparti dai Sibillini” è un grande contenitore di idee, progetti, persone e speranza oltre che consapevolezza e professionalità digitali.

Come IgersMarche dal 2011 promuoviamo le Marche online e offline e ora più che mai sentiamo il dovere di farlo in maniera ancora più forte.

I fotografi professionisti, fotoreporter e giornalisti che saranno qui fra pochi giorni daranno uno sguardo professionale e di grande qualità a quello che succede, qui e ora, dopo mesi di sofferenze e incertezze.

P: Chi sono i promotori del progetto?

I: Siamo sostanzialmente 4 marchigiani - Luca Tombesi, l'ideatore, blogger e promotore del territorio marchigiano, insieme a me, che rappresento insieme a Nadia Stacchiotti Instagramers Marche e Andrea Braconi, giornalista e instagramer fermano - aiutati da tante belle anime marchigiane, e non, che ci supportano sempre.

Ma ci tengo a precisare che ci sono decine e decine di persone che da Milano alla Sicilia ci supportano e seguono con affetto.

P: Chi sono gli imprenditori coinvolti nella spedizione “Storie da raccontare sui Sibillini”?

I: Andremo a visitare alcune realtà imprenditoriali, allevatori, produttori, ristoratori, albergatori che nonostante tutto lavorano e rimangono lì, non si spostano e hanno bisogno di visibilità, sostegno e soprattutto di continuare a lavorare.

P: Quali sono i vostri gli obiettivi nel breve e lungo periodo?

I: Principalmente l'obiettivo di “Riparti dai Sibillini” è dare voce a questi luoghi e queste persone attraverso la rete social e web, in questo frangente anche grazie alla grande fotografia professionale.

Nel breve periodo vogliamo stare vicino a queste zone e persone e più in generale far passare il concetto che le Marche si possono visitare, ci si può fare una vacanza, ci si può soggiornare. Nelle zone montane (dove andremo) ci sono produttori e aziende che lavorano: il messaggio è di andare a trovarle e acquistare da loro, l'economia deve ripartire.

Nel nostro piccolo lo abbiamo fatto e lo faremo, ma ci teniamo a spargere la voce che le Marche vi aspettano, con la loro grande autenticità e bellezza!

E allora seguiteci (e condivideteci con gli hashtag #RipartidaiSIbilliniPRO, #Ripartidaisibillini, #Exploringmarche, #Igersmarche) sui nostri social (Facebook: www.facebook.com/Piuturismo e Twitter: https://twitter.com/piuturismo) da martedì 21 a giovedì 23 marzo in questo nostro emozionante viaggio nel “bello” delle Marche, tra imprenditori coraggiosi, prodotti tipici locali, tradizioni e territori splendidi.

Programma

21-23 marzo 2017

Vittorina Nori Zuffellato – Borgo Lanciano: storia del recupero di un borgo abbandonato trasformato in struttura ricettiva di alto livello.

Marco Scolastici – Azienda Agricola Scolastici: giovane allevatore che nonostante tutto resiste nella sua azienda sull’altopiano di Macereto a Mille metri di quota.  

Fratelli Angeli- Azienda Agricola Angeli: tre fratelli allevatori e agricoltori dei sibillini, anche loro fortemente colpiti dal sisma

Andrea Salvatori- Sibillynexperiences: Gestore dei rifugi “off grid” dei Sibillini. Dopo aver lasciato il lavoro per una multinazionale ha deciso di recupera e trasformare in rifugi i vecchi casali abbandonati non raggiunti da strade ed energia elettrica.  

Giorgio Calabrò – Macelleria Calabrò: Norcino di Visso. Dopo il terremoto ha perso casa, laboratorio e negozio. Continua a lavorare ospitato a Matelica dal suo amico e concorrente Renato Bartocci. Sta lavorando per organizzare una rivendite fissa insieme alla sopracitata Azienda Scolastici.

Dante Duri -  Azienda Vitivinicola Duri: Produttore di vino a Serrapetrona.   

Renzo Budassi -  Ristorante Nido dell’Aquila a Montecavallo: il terremoto ha lesionato gravemente il suo ristorante ma lui continua a cucinare per gli abitanti che sono rimasti in paese. Ogni giorno prepara da mangiare nella cucina con vistose crepe per oltre 20 persone che mangiano nel tendone della protezione civile. Sta lavorando per aprire il nuovo ristorante in una casetta di legno.  

Ecco l'elenco dei partecipanti

Hashtag ufficiali: #RipartidaiSIbilliniPRO, #Ripartidaisibillini, #Exploringmarche, #Igersmarche

+Turismo