+Turismo

Festa urbana “Immaginario ronchi” ad Augusta

 


Ancora una volta l’associazione culturale no profit Sulidarte propone al pubblico un evento che vuole valorizzare il territorio augustano ed in particolare alcuni RONCHI dell’isola. Con questa manifestazione invitiamo la comunità augustana (e non solo) alla fruizione e conoscenza di quella parte di centro storico da cui molti ormai si sono allontanati, ma che ha costituito nel passato la forza del nostro territorio. I ronchi di Augusta erano storicamente i luoghi della condivisione della vita quotidiana degli strati socialmente più produttivi. Agricoltori, artigiani, pescatori, salinari erano i principali abitanti di questi luoghi ove ogni gioia individuale e familiare, ma anche ogni difficoltà, era partecipata da tutta la piccola comunità che lì viveva. Erano tempi in cui anche il cibo si condivideva, tempi in cui chi aveva un’abilità o un oggetto prezioso (una radio e più in là una TV) la metteva a disposizione di tutti; erano tempi in cui c’era sempre qualcuno disponibile per la cura dei piccoli e degli anziani (anche quelli degli altri).

 

 

È stato presentato giovedì mattina, 25 maggio, nel salone di rappresentanza “Rocco Chinnici” del Palazzo di Città, il programma della prima edizione della Festa urbana denominata #Immaginarioronchi, con l’hashtag per i più avvezzi ai social network.

Al tavolo dei relatori l’assessore alla Cultura Giusy Sirena, la presidente dell’associazione organizzatrice “Sulidarte” Elena La Ferla e alcuni dei principali “registi” dell’iniziativa, della quale sono media partner La Gazzetta Augustana.it e La Gazzetta Siracusana.it.

L’evento si svolgerà sabato 27 dalle ore 15 alle ore 24 e domenica 28 dalle ore 17 alle ore 24, in dodici ronchi selezionati del centro storico di Augusta, nei quali le arti, dalla fotografia alla musica, si fonderanno per restituire all’Isola uno dei suoi antichi e dimenticati cuori pulsanti della socialità e del commercio.

EVENTI

Fervono i preparativi per l’evento “Immaginario ronchi” ad Augusta

AUGUSTA – Dopo il successo della prima edizione del progetto fotografico “Augusta in un anno”, concluso con un apprezzato calendario-spot e un book sulle bellezze di Augusta, l’associazione culturale no profit “Sulidarte” prepara il campo alla seconda edizione, con l’ennesima iniziativa di valorizzazione del territorio cittadino, che vanterà prestigiose collaborazioni.

Per la seconda edizione del progetto fotografico “Augusta in un anno”, l’associazione presieduta da Elena La Ferla si propone di puntare, per un maxi evento in programma nelle giornate di sabato 27 edomenica 28 maggio, su alcuni tra i caratteristici ronchi dell’Isola. Il nome scelto, infatti, con l’hashtag da social network, è #immaginarioronchi.

Un progetto finalizzato a invitare cittadini, non solo augustani ma anche di altri comuni, alla fruizione e conoscenza di quella parte di centro storico da cui molti si sono allontanati negli anni, ma che ha costituito nel passato la forza di questo territorio. I ronchi di Augusta erano infatti i luoghi della condivisione della vita sociale delle categorie lavorative più produttive: agricoltori, artigiani, pescatori, salinari erano i principali abitanti di questi luoghi, ove ogni gioia individuale e familiare ma anche ogni difficoltà era partecipata da tutta la piccola comunità che lì viveva.

Tempi in cui anche il cibo si condivideva, tempi in cui chi aveva una abilità o un oggetto prezioso, una radio e più in avanti un televisore, si metteva a disposizione di tutti, tempi in cui c’era sempre qualcuno disponibile per la cura dei piccoli e degli anziani, anche quelli degli altri.

Con questo progetto, Sulidarte intende proporre una visione concreta di un futuro pienamente turistico e sostenibile del centro storico di Augusta. “Abbiamo immaginato di creare una festa cittadina per le strade e quindi nei ronchi di Augusta. Un momento di aggregazione e di condivisione di spazi urbani dimenticati che, grazie alle performance e alle varie attività, possa far vivere e comunicare la voglia di reinventarsi. Questo progetto costituirà inoltre un vero e proprio set fotografico per gli scatti del calendario che andremo a realizzare per il 2018“, queste le prime informazioni che ci ha fatto sapere l’associazione promotrice.

È stato indetto anche un contest per coinvolgere tutti gli amanti delle arti visive e letterarie, come si apprende dalla pagina facebook dell’associazione. Durante i due giorni prescelti, 27 e 28 maggio, si potranno realizzare e mandare i lavori finiti all’organizzazione. I vincitori avranno la possibilità di essere integrati all’interno del prossimo calendario fotografico attraverso l’innovazione tecnologica offerta dal QR code.

L’idea che proponiamo è la nostra libera interpretazione dei ronchi scelti che ospiteranno diversi temi: da istallazioni fisse o temporanee a performance serali artistiche musicali o video“. Poste queste premesse, si attende la definizione degli ospiti e del programma definitivo.

+Turismo