+Turismo

Isola di San Pietro, perla a sud ovest della Sardegna, mix di culture, tra cui quella tunisina, festeggia uno dei suoi piatti tipici: il Cascà. 

 


Fatto a mano dalle sapienti mani delle signore carlofortine, il Cascà è un mix di spezie con aggiunta di verdure, cotte singolarmente, e ceci. Una due giorni per "assaggiare" questa isola in tutte le sue sfaccettature, non solo gastronomiche, in uno dei periodi dell'anno più belli.

Sagra del Cus Cus Tabarchino 2017 di Carloforte: sono state ufficializzate le date dell’imperdibile sedicesima edizione della “Sagra del Cus Cus tabarchino“, che quest’anno si svolgerà il 27 e 28 maggio 2017, ovviamente a Carloforte, sull’isola di San Pietro, siamo nel sud ovest della Sardegna. Il programma si svolge su due giornate particolarmente intense – dalle 10 del mattino alla mezzanotte – con musica, cantanti, spettacoli e animazione, oltre a show cooking aperti a tutti e degustazioni di oltre 60 varianti del famoso cuscus tabarchino, conosciuto anche come “Cascà di Carloforte“.

Le novità 2017 della sagra:


La prima novità di quest’anno sarà la nuova location, la meravigliosa Piazza Pegli, così come raddoppiano gli espositori, hobbysti, artigiani e artisti presenti: dal good food con sebadas e raviolini dolci fritti al pane sardo tipico cotto sul posto in forno a legna ai bomboloni, ai dolciumi sardi al miele, alle lumache, ai salumi e formaggi piu’ sfiziosi o all’olio extravergine e tanto artigianato. Molto spazio sarà dato anche ai prodotti di Carloforte a partire dal tonno rosso alla pasta artigianale ai vini e gallette. Senza dimenticare il grande protagonista della sagra, il menù con il cuscus tradizionale carlofortino: di verdure e di carne, e poi la cappunadda del pescatore e un meraviglioso patè di tonno oltre gallette dolcetti vino moscato. Ricordo anche che contemporaneamente si svolgerà anche la manifestazione Monumenti Aperti.

Cosa è il Cascà di Carloforte:


Il Cascà di Carloforte è infatti il piatto che forse meglio descrive l’anima e la storia di questa popolazione ligure, che lasciò Pegli per fondare una colonia sull’ isola di Tabarka, a due passi dalle coste tunisine, ma dalla quale venne infine scacciata per il deteriorarsi dei rapporti con i rais locali, venendo infine accolta sull’isola di San Pietro, in Sardegna.

Programma della sagra del Cus cus di Carloforte 2017:


Sabato, 27 maggio 2017:
dalle ore 10,00 alle ore 22,00 – Apertura del villaggio espositivo dedicato alle produzioni tipiche;
ore 11,00 – Show Cooking con Chef Secondo Borghero e la nutrizionista Dott.ssa Rita Pomata
dalle ore 12,00 alle ore 18,00 – Degustazione cus cus e specialità tabarchine
dalle ore 17,30 alle ore 19,30 – GFestival dei gruppi folk e delle scuole di ballo
A seguire – Standing ovation con Elsa Cherchi a Carloforte
ore 21,00 – Zelig, notte di cabaret sotto le stelle
Domenica, 28 maggio 2017:
dalle ore 10,00 alle ore 22,00 – Apertura del villaggio espositivo dedicato alle produzioni tipiche;
ore 10,30 – La banda di carloforte in concerto
ore 11,00 – Show Cooking con Chef Secondo Borghero e la nutrizionista Dott.ssa Rita Pomata
dalle ore 12,00 alle ore 18,00 – Degustazione cus cus e specialità tabarchine
ore 16,00 – Esibizione agility dog
ore 17,00 – Grande parata delle majorettes “Le Coralline”
ore 18,00 – Festival delle scuole di ballo , palestre, fitness e calisthenics
A seguire – Da standing Ovation a Carloforte con Gino ed Emanuele
ore 21,00 – Carloforte Cus Cus live 2017
Ulteriori dettagli verranno diffusi nei prossimi giorni!

Monumenti Aperti 2017 a Carloforte, siti visitabili (sabato e domenica):
Chiesa di San Carlo (Géja de S. Corlu)
Statua Re Carlo Emanuele (?tàtua)
Portale del Castello/Forte Carlo Emanuele/Prigione (Purtò du Ca?téllu/Fórte Carlo Emanuele/Préjuìn)
Muro di Cinta, Torre Vittorio e Castello (Miògia da Cinta, Ture Vittório e Ca?téllu)
Saline (Saliña, per maggiori news e iscrizioni 340.2369249 – 335.6499233)
Società Mutua (Mutua)
Exmè (végiu Mercàu)
Monumento ai Caduti (Munumentu)
Cineteatro Cavallera (Palàssiu)
Chiesetta dei Novelli Innocenti (Géja de San Pé)
Chiesetta della Madonna dello Schiavo (Gêjétta du Prêvìn)

Vi aspettiamo!

+Turismo