+Turismo

Il Teatro alla Scala è un’opera dell’architetto Giuseppe Piermarini, commissionata dall’imperatrice Maria Teresa d’Austria, dopo la distruzione del teatro di corte nel 1776, e inaugurato il 3 agosto 1778. Deve il suo nome alla Chiesa Santa Maria della Scala, che fu abbattuta per far posto al Teatro.  Da allora La Scala è sinonimo di arte, cultura e alta società.


 

Costruita in stile neoclassico, ispirata alla Reggia di Caserta, immediatamente la Scala  cominciò ad attrarre musicisti per la sua acustica favolosa, considerata ancora oggi tra le migliori al mondo. Ma la purezza del suono non era l’unica ragione: il pubblico straordinariamente competente e appassionato, il mecenatismo e gli scambi culturali, fecero della Scala quel polo d’attrazione artistica che è rimasto tale fino a oggi.

Gli autori classici vollero che le Prime delle loro Opere fossero rappresentate qui: il Nabucco di Giuseppe Verdi, la Norma di Vincenzo Bellini o la Gazza Ladra di Gioacchino Rossini, sono solo alcuni esempi. 

 

 

Opera lirica, balletto, musica classica: da oltre due secoli esibirsi in questo Teatro è il coronamento della carriera di ogni professionista in questi campi. Dal 1951 la stagione lirica viene inaugurata il 7 Dicembre, festa di Sant’Ambrogio, il Patrono milanese. Le alzate di sipario ormai sono circa 300 ogni anno.  

Attorno alla vendita di biglietti per i suoi spettacoli, sono fiorite agenzie che offrono il pacchetto con hotel, che sono tra le attività più redditizie nel settore. Trovare uno dei 2800 biglietti tra platea, le 4 file dei palchi o le due gallerie, è sempre un’impresa, ma ho avuto fortuna e sono riuscito a comprare 2 biglietti per vedere il ”Don Giovanni” domenica 14 di maggio. Un regalo speciale per mia moglie in occasione del nostro anniversario di matrimonio. Andremmo a Milano in treno, da Gallarate a Milano sono solo 40 minuti.

 

D’altronde la grandezza della Scala è sempre stata anche quella di rimanere al passo con i tempi. Per questo è diventata impresa nel 1996, quando fu costituita la Fondazione senza scopo di lucro, con il fine di perseguire l’educazione e la diffusione dell’arte musicale.

Nel 2001 è stata costituita la  Fondazione Accademia d'arti e mestieri dello spettacolo Teatro alla Scala, che eroga corsi di formazione professionale attraverso i suoi quattro dipartimenti: Musica, Danza, Palcoscenico-Laboratori e  Management. Un percorso di studi che culmina ogni anno nel "Progetto Accademia", un'opera inserita nel cartellone scaligero. 

Oltre al magico Teatro e all’Accademia, oggi fanno parte deI “sistema Scala”, i Laboratori dell’Ansaldo e il Museo-Biblioteca. I Laboratori Atelier dell’Ansaldo, una struttura di 20.000 mtq che accoglie gli allestimenti scenici e in cui sono costuditi oltre 60.000 costumi di scena, sono presenti le sale prova per il coro e uno spazio scenico per le prove di regia identico al palcoscenico originale. 

 


 

+Turismo