+Turismo

Aneddoti, storie, racconti di viaggio e itinerari alla scoperta delle più belle città d’arte italiane, Bologna, Firenze, Genova, Verona e Milano: è il regalo che i clienti del Gruppo Duetorrihotels, leader dell’hôtellerie italiana, troveranno direttamente in camera.


La collana “Libri della Buonanotte” (Edizioni Minerva) giunta al suo quinto anno si arricchisce di 5 titoli inediti. Una novità assoluta è invece l’iniziativa “Libri da Gustare”, una proposta rivolta agli ospiti del business Hotel milanese Santa Barbara.

Natale è alle porte, è tempo di pensare ai regali: il Gruppo Duetorrihotels ha già in mente una sorpresa, che i clienti dei suoi Hotel potranno trovare comodamente in camera. Sono stati pubblicati gli ultimi titoli dei “Libri della Buonanotte”, appartenenti alla collana editoriale realizzata da Edizioni Minerva: ognuno è dedicato a una delle città d’arte dove il Gruppo è presente, Bologna, Verona, Firenze e Genova e per la prima volta anche Milano. Ma l’atmosfera delle Feste porta con sé anche un’altra novità, disponibile presso il Santa Barbara, business Hotel del gruppo alle porte di Milano: la selezione “Libri da Gustare”, edita sempre con la collaborazione di Minerva.

Gli ospiti saranno accolti da una collezione di storie da scoprire nella hall e soprattutto al ristorante, tratte da un “menu” che spazia tra classici e novità editoriali, racconti e saggistica, proposte di viaggio, fumetti e intrattenimento. Quanto ai “Libri della Buonanotte”, si tratta di un’esclusiva del Duetorrihotels: preziose occasioni per entrare in contatto con aspetti meno noti, curiosità, punti di vista e idee che permettono di stringere un legame più autentico con la città: un soggiorno negli hotel del Gruppo diventa così un’esperienza a tutto tondo, un’immersione in un contesto artistico e storico unico.

Gli hotel sono ospitati a sua volta all’interno di edifici di grande raffinatezza e palazzi storici ricchi di opere d’arte e dettagli esclusivi, anche grazie ai progetti di rinnovamento e recupero avviati da Duetorrihotels. I “Libri della Buonanotte”, in italiano ed inglese, regalano un momento di scoperta privilegiato. E così possiamo passeggiare nel centro di Bologna insieme a una storica dell’arte, scoprire la Firenze cosmopolita a cavallo dell’8-900 con una famosa scrittrice inglese, riconoscere le pitture murali e gli affreschi nel borgo di Verona, uno degli aspetti meno noti e affascinanti della città, seguire l’itinerario di un famoso redattore e autore di guide turistiche per conoscere Genova attraverso i sensi, o farci accompagnare in giro per Milano dalla penna della più grande romanziera e autrice di libri di viaggi della storia americana. Il progetto editoriale ha già dato alle stampe altri Libri della Buonanotte, che anno dopo anno accompagnano il sonno degli ospiti degli hotel.

Grand Hotel Majestic a Bologna

Bologna si svela un passo dopo l’altro. Un itinerario speciale che parte proprio dall’entrata dell’hotel, e si dipana per strade e portici, assecondando l’impulso della curiosità e del desiderio di “perdersi” in una città, per immergersi nella sua atmosfera e ritrovarsi arricchiti dall’esperienza. Beatrice Buscaroli, storica e scrittrice d’arte, ci accompagna pagina dopo pagina nel Libro della Buonanotte che gli ospiti del Grand Hotel Majestic “già Baglioni”, Gruppo Duetorrihotels, troveranno nelle camere a partire da Natale. A partire dal titolo evocativo, “Usciamo?” racconta Bologna da un punto di vista affascinante, che privilegia l’esperienza semplice e diretta al puro nozionismo di alcune guide. La città si svela un passo dopo l’altro, lungo un percorso a raggiera che ha come vertice e punto di fuga l’hotel stesso. Brevi leggende e aneddoti intervallano la descrizione che si fa a tratti narrazione, soffermandosi su aspetti meno noti o curiosi.

Bernini Palace a Firenze

Il fascino della Belle Epoque in una città cosmopolita “Scapoli di entrambi i sessi - bibliotecari in pensione, governanti, signore dal basso reddito, signori dediti alla pittura, alla scultura, alla poesia, dilettanti d’ogni ordine e grado – si “innamorarono” di Firenze e vi fissarono la residenza”. Un’attrazione magnetica e irresistibile raccontata dalla grande scrittrice inglese Mary McCahrty, che a sua volta non ha potuto che soccombere al fascino della città. Raccontata dalla sua penna, Firenze ritrova le atmosfere cosmopolite dell’Ottocento e del primo Novecento, quando gli spiriti più curiosi e intellettualmente brillanti d’Europa si ritrovavano sulle rive dell’Arno. “Firenze com’era”, della collana dei Libri della Buonanotte, ci accompagna in quel mondo, in piena Belle Epoque. Un cadeau di Natale che gli ospiti del cinque stelle Bernini Palace potranno trovare direttamente in camera.

Bristol Palace a Genova

L’anima di Genova è un’architettura dei sensi . "La cucina genovese è originale quanto lo è la lingua. Essa ignora il burro e predilige l’olio d’oliva. Non usa altro ingrediente sia per i suoi diversi condimenti che traggono sapore dall’aglio, dal basilico, dalla maggiorana, dalla salvia e dal parmigiano, sia per la zuppa di pesce che qui è del tutto differente dalla bouillabaisse francese. Ma il pesto è la sua vera caratteristica.” Parola di Philippe Lefrançois, noto redattore di guide inglesi e francesi. Nel Libro della Buonanotte dedicato a Genova l’autore traccia un ritratto della città che parte dagli aspetti sensoriali, come la cucina, e attraverso essi esplora architettura e storia. Esiste un legame molto stretto tra il cibo e il carattere di un luogo, un filo diretto tra il regno del gusto e quello dell’anima, e a volte uno sguardo “forestiero”, come quello di Lefrançois, si trova alla giusta distanza per poterlo osservare e raccontare. “Si può leggere la città come una mappa”, Edizioni Minerva, curato e tradotto dall’esperto scrittore di viaggi Attilio Brilli, è il cadeau natalizio per i clienti del Bristol Palace del Gruppo Duetorrihotels.

Due Torri Hotel a Verona

L’esplosione di bellezza delle pitture murali. Non tutti sanno che Verona viene chiamata, tradizionalmente, “urbs picta”, cioè “città dipinta”: merito del ricchissimo patrimonio di antiche pitture murali, interne ed esterne, che la trasformano in una galleria d’arte. Nelle cronache dei secoli scorsi i viaggiatori forestieri raccontavano la meraviglia suscitata dalle facciate affrescate. Erano centinaia le case che ostentavano decorazioni, talora molto semplici, altre volte più elaborate: addirittura, nel Cinquecento, questa pratica era comune in tutti i ceti sociali e in tutti i quartieri cittadini. Uno degli esempi migliori sono le Case Mazzanti, in piazza Erbe, tra i palazzi più antichi della città. Un passato che rivive e ritrova i suoi colori grazie a “Urbs picta”, scritto da Maria Teresa Ferrari: un volume che appartiene alla collana dei Libri della Buonanotte di Edizioni Minerva, e che gli ospiti del Due Torri Hotel, 5 stelle scaligero, avranno il piacere di trovare come dono di Natale.

Hotel Santa Barbara a Milano

Milano raccontata dal Pulitzer Edith Wharton. Nel 1905 Edith Wharton soggiornava a Milano, restando profondamente colpita e affascinata dalla città. La scrittrice riportò in seguito le sue vivide impressioni in un libro: un accattivante e originale ritratto capace di cogliere l’anima di Milano mediante sapide pennellate descrittive, con una verve che lascia intravedere la futura vincitrice del Pulitzer con “L’età dell’innocenza”. “Milano Pittoresca”, edito da Minerva, è il “Libro della Buonanotte” che accoglierà gli ospiti del Business Hotel a partire da Natale. Il volume racconta la città attraverso il punto di vista e le parole della romanziera americana, grande viaggiatrice e spirito anticonformista. Il curatore è Attilio Brilli, uno dei massimi esperti di letteratura di viaggio. Pagine dal passo svelto, indaffarato ed eternamente curioso come quello dell’autrice, che prende il lettore per mano e lo accompagna a vedere le meraviglie di una Milano segreta, racchiusa tra cortili gentilizi e facciate di palazzi storici come la famosa Casa degli Omenoni. 

+Turismo