+Turismo

Il brand specializzato  nella progettazione, realizzazione e installazione di sistemi di copertura architettonica  ha realizzato gli allestimenti luminosi a forma di nuvola che impreziosiscono il progetto di temporary land art “Nuvola del Benessere” ideato da QC Terme Dolomiti con il supporto di Trentino Marketing e Val  di Fassa


Due installazioni evocative di piccole nuvole realizzate utilizzando un basamento in acciaio illuminato da led e una membrana in PVC trasparente la cui forma viene mantenuta grazie all’immissione di aria e, ad intervalli prestabiliti, aria e fumo artificiale per ricreare l’effetto visivo della leggerezza e levità propria dei cirri.

Cover Hat partecipa al progetto “Nuvola del Benessere” – camera con vista sulla Val di Fassa posizionata nel giardino termale di QC Terme Dolomiti, la struttura benessere parte del più importante gruppo di spa e resort in Italia, che, sino al 20 dicembre, consentirà di vivere l’esperienza di dormire per una notte in un nembo niveo – realizzando i due allestimenti che accolgono gli ospiti al loro ingresso. A ricreare in modo realistico l’effetto-nuvola ci pensano il design (linee semplici e morbide prive di struttura rigida), la scelta di materiali dalle caratteristiche intrinseche di trasparenza e apparente inconsistenza (PVC) e piccoli accorgimenti tecnologici funzionali alla simulazione.

“Per ricreare quanto più realisticamente possibile la composizione delle nuvole – spiega Roberto Rescia, Ceo di Cover Hat – abbiamo pensato non solo di riempire la membrana con nebbia artificiale, ma anche di sviluppare all’interno un movimento vorticoso di aria per dare la sensazione della consistenza-non consistenza.  Del vapore che fuoriesce da appositi fori posizionati sulla superficie ci permette infine di sentirci virtualmente immersi in un “letto” morbido.  A sostenere la leggerezza di quest’opera, per contrapposizione, è invece un sostenuto basamento in acciaio che offre resistenza e semplicità di trasporto”.

Le due nuvole, illuminate in notturna grazie ad un sistema di led programmabile, rappresentano il corollario perfetto per questa iniziativa artistica ideata da Mao Fusina, l’uomo delle nuvole, e Alessandro Bolis (direttore artistico QC Terme) e realizzata dall’artigiano alpino  Roberto Duclos.

Dopo aver preso parte alla “Nuvola del Benessere” di Pozza di Fassa, Cover Hat è ora impegnata nella realizzazione di una nuova installazione-design per il comparto hospitality capace di abbinare tecnologia, funzionalità ed estetica. “Il nuovo progetto – anticipa Rescia - mette la lente di in gradimento su ottimizzazione energetica e sostenibilità ambientale, principi che ci ispirano e che qualificano ogni nostra realizzazione”.

+Turismo