+Turismo

Ci ha scritto una delle nostre strutture turistiche chiedendoci di parlare chiaro su cosa sta accadendo ad Ischia: ne approfittiamo per parlare più in generale della scelta (giusta o sbagliata che sia) di boicottare una meta turistica, dopo aver visto troppi boicottare l'Italia e nessuno spendere una parola per i 14 terroristi graziati in Marocco.


Partiamo dall'inizio: l'abbattimento dell'orsa KJ2 ha creato sdegno e giusta indignazione, molti sono convinti che si potevano prendere altre strade, come il trasferimento, invece la provincia ha preso e messo in atto una scelta a tutela della cittadinanza. Prendiamo atto senza condividere; quello che ci è molto poco piaciuto è stato invece l'atteggiamento di boicottaggio della regione Trentino come meta turistica.
Che responsabilità hanno i gestori trentini di ciò che è successo? Nessuna. Non mi risulta che nessun albergatore o gestore di B&B sia andato a sparare all'orsa, ne tanto meno che l'Ente del Turismo Trentino abbia dato il suo supporto all'Orsacidio, perché prendersela con il turismo?

Scelta scellerata, a mio avviso, soprattutto con un enorme attenzione mediatica da parte di quelli che di buona educazione sulla convivenza con l'orso non ne parlano (non fa share) ma se l'orsa attacca l'uomo sono pronti a farsi sbranare per andare a fare un video alla "mamma cattivissima" (a cui bastava non dare fastidio).

Da qui ci spostiamo ad Ischia, ci hanno chiamati loro (e come sapete rispondiamo sempre) per cercare di richiamare la nostra attenzione sul fatto che Ischia non è assolutamente messa male: lo è messa Casamicciola, la città con un sindaco sotto inchiesta per gli abusi edilizi. Tutto il mondo è paese, ma non sono crollati ne hanno riportato danni tutte quelle costruzioni fatte secondo le norme e le leggi vigenti, l'isola è agibile, bella, e da visitare. Questa fuga insensata a cui abbiamo assistito non ha senso alcuno. Non ha senso chi ha deciso di scappare per mare nel pieno della notte, appesantendo non di poco la macchina dei soccorsi, lamentandosi pure per aver dovuto agire un sovrapprezzo su un traghetto che non aveva prenotato e su cui non aveva alcun diritto di salire in quel momento.

Questo il video che riassume ciò che stiamo raccontando in pochi:


Arriviamo al Marocco, visto che siamo pronti a boicottare l'Italia e destinazioni uniche per dirottare le nostre spese in un paese come quello che praticamente vive sul turismo: in un momento storico così delicato e pieno di problemi l'idea di graziare ben 14 ex terroristi (ravveduti) a me ha solo fatto pensare che depennerò, e per sempre, quella destinazione sia dal sito che dai consigli da dare. Il motivo è semplice: serve sicurezza e non insicurezza. E si che è un danno per il Marocco vedere abbassare il numero dei turisti, probabilmente quello sarebbe un giustificato, motivato e ben assestato segno di protesta. 

Tornate ad Ischia, visitate il Trentino e, se proprio si deve, boicottate una meta se questo può richiamare l'attenzione del Governo su gesti plateali e non ben motivati in una delle tante mattine iniziate con la notizia di un attacco a Bruxelles, notizie che vorremmo smettere di sentire, 14 terroristi in più in giro non mi fanno ben sperare che accada mai.

Fonte: Isola di Ischia

+Turismo