+Turismo

Nei weekend 12-13 e 19-20 novembre visite guidate nelle aziende del vino Orcia con degustazioni, per un autunno imperdibile nelle terre di Siena

 


Al cambiare delle stagioni, il paesaggio tra la Val d’Orcia e le Crete Senesi si trasforma, assumendo una veste sempre attraente e affascinante. L’Autunno in particolar modo, è ricco di spunti: dalle passeggiate e i tour in bicicletta per i sentieri naturalistici agli appuntamenti culturali ed enogastronomici dei borghi delle terre di Siena, fino alle vacanze nei rinomati stabilimenti  termali e spa del sud senese.

In queste terre, tra campagna e città d’arte, le cantine della giovane denominazione Orcia vi invitano a trascorrere questa stagione in loro compagnia, tra degustazioni di vini e prodotti gastronomici della tradizione locale,  visite guidate delle aziende con la caccia al tartufo. Per due weekend consecutivi, 12-13 e 19-20 novembre, le cantine aderenti a questa iniziativa sono: Capitoni Marco (Pienza), Donatella Cinelli Colombini (Trequanda), Podere Forte (Castiglione d’Orcia) e SassodiSole (Torrenieri, Montalcino). Le prenotazioni sono obbligatorie (contattare direttamente le cantine).

L’Autunno nelle cantine Orcia doc, si svolgerà nell’ambito della Mostra Mercato del Tartufo bianco delle Crete Senesi a San Giovanni d’Asso. Sempre in questa occasione, le cantine del Consorzio vino Orcia saranno presenti con i loro vini per una degustazione che avrà luogo il 19 novembre all’interno del Museo del Tartufo.

Dalla Mostra del Tartufo ad un altro evento dedicato ad uno dei principali prodotti delle terre di Siena: l’olio novo. Da non perdere “Il primo olio e altro ancora” nel piccolo borgo medievale di Montisi, al centro delle Crete senesi, dal 28 ottobre al 1° novembre. Per questa occasione, venerdì 28 ottobre i vini Orcia saranno in degustazione presso la sala delle carrozze (Grancia di Montisi).  E ancora il 30 ottobre la Festa del Marrone a Campiglia d’Orcia.

L’altro lato affascinante di questa bellissima terra, è quello delle sue fonti termali. Se la località più conosciuta resta Chianciano Terme, la zona circostante è ricca di sorgenti minerali. Tra queste spiccano importanti strutture termali come Fonteverde a San Casciano dei Bagni, Hotel Posta Marcucci, Albergo Le Terme e Adler Resort a Bagno Vignoni (San Quirico d’Orcia). Invece per chi vuole rimanere completamente a contatto con la natura, si consigliano le terme di Bagni di San Filippo e l’area del Fosso Bianco (comune di Castiglione d’Orcia).

Nelle terre dell’Orcia doc , tra Val d’Orcia e Crete Senesi, un autunno imperdibile all’insegna del relax e degli appuntamenti  che celebrano le eccellenze enogastronomiche locali.

+Turismo