+Turismo

Alla prima edizione quest'anno, il 22 maggio si festeggerà in tutta Italia la Giornata Nazionale dei Borghi Autentici dedicata al tema dell'ospitalità.


Sono 48 i borghi aderenti all'evento e sarà una vera festa diffusa da nord a sud in cui si potrà partecipare a: passeggiate, visite guidate, degustazioni di street food e tavolate in piazza, spettacoli, mostre d'arte e iniziative ecologiche. 

Dall'Abruzzo alla Basilicata, dalla Calabria alla Campania, dall'Emilia Romagna al Friuli Venezia Giulia e poi Lazio, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia, Umbria e Sardegna. La Giornata Nazionale dei Borghi Autentici sarà un'occasione per esplorare il territorio, curiosando tra i segreti degli artigiani, assaporando i prodotti tipici. Gli ospiti che che parteciperanno alla Giornata potranno vivere il borgo, diventando parte integrante della comunità e diventando cittadini temporanei.

L'obiettivo infatti è quello di far sentire ogni visitatore accolto in modo autentico all'interno della comunità. È proprio questa la forza dell'iniziativa e di tutte le attività portate avanti da Borghi Autentici d'Italia, che ad oggi conta 244 Comuni associati.

Far diventare i turisti "cittadini temporanei" è anche la mission che coinvolge e diventa propria dell’intera comunità “ospitale” dei borghi autentici, la quale si mette a disposizione del viaggiatore che va in vacanza in uno dei borghi, accompagnati dalla figura del tutor dell'ospite.

Gli ospiti – dice Giuseppina Solinastutor di Galtellì, in provincia di Nuoro, hanno la possibilità, attraverso le nostre figure, di inserirsi all’interno della comunità locale, di prendere parte alle attività quotidiane, di identificarsi con lo stile di vita del borgo, imparando a conoscere un luogo attraverso la relazione empatica con le persone che lo abitano. La valorizzazione del patrimonio gastronomico di tutti i comuni appartenenti alla rete dei borghi autentici è un’altra delle peculiarità: operatori economici che non si fanno concorrenza, ma si aiutano vicendevolmente a rafforzare i reciproci brand di prodotto."

Durante la festa diffusa del 22 maggio, l'Associazione valorizzerà il borgo e la sua comunità come ''destinazione'', ovvero come luogo attraente da vivere durante una vacanza e dove eventualmente trasferire la propria residenza. Un modo diverso di occuparsi di turismo e di qualità della vita nel nostro paese, mettendo insieme innovazione e saper fare tradizionale.

Il 22 maggio sarà quindi una grande occasione per conoscere più da vicino i progetti di Borghi Autentici d'Italia e un nuovo modo per visitare le bellezze nel nostro paese in modo slowNon resta che consultare il programma completo della giornata e scegliere il borgo in cui diventare almeno per un giorno, cittadino temporaneo!

+Turismo