+Turismo

“…salendo dalle strette lame d’ombra dei vicoli intagliati nel cristallo…”
Giuliano Sozi, “Spello


L’artista surrealista Giuliano Sozi è protagonista della mostra “La parentesi del mondo” ospitata nella Pinacoteca Civica e Diocesana di Spello, dal 5 dicembre 2015 al 3 aprile 2016.

Spello, città natale dell’artista, “celebra” l’arte di Sozi dal 1955 al 2015. Poeta, narratore, saggista e pittore, Giuliano Sozi è una personalità unica e affascinante, raccontata dalla sua produzione surrealista, fantastica e accerchiante. La mostra, a cura dello storico dell’arte Giulio Proietti Bocchini, è stata organizzata e promossa dal Comune di Spello, con il patrocinio della Regione Umbria e la collaborazione della Parrocchia di Santa Maria Maggiore di Spello e della società Sistema Museo. “Con questo progetto fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale - afferma il sindaco Moreno Landrini - celebriamo la genialità del nostro concittadino e il suo impegno nel lasciare un segno importante nell’arte italiana. Siamo onorati di poter presentare il percorso artistico, culturale e umano di un artista fortemente legato alla sua città e al suo territorio”. L’esposizione si sviluppa seguendo il percorso artistico del maestro. Il pubblico potrà ammirare le sue più importanti produzioni, come “Torre di Babele”, “Spello su base umana” e “Grande paesaggio circolare”.

Nelle oltre 130 opere esposte - pitture, disegni e poesie, tra proprietà dell’autore e opere di collezioni pubbliche e private - il tema dominante è quello più caro a Giuliano Sozi, l’uomo e il suo rapporto con la realtà, il mito dell’esistere, i riti antichi e nuovi del suo essere e del suo avere. 

+Turismo