+Turismo

Parchi e oasi naturali, itinerari eco-friendly e colture bio: la vacanza ecologica in Liguria… con una marcia in più!


Il 22 aprile si celebra in tutto il mondo l’Earth Day, una giornata volta a promuovere la formazione di una nuova coscienza ambientale. Un appuntamento che nel corso delle varie edizioni ha dato vita ad una rete di eventi per ricordarci che la Terra è di tutti e deve essere tutelata.

La Liguria è una Regione che da anni sostiene attivamente il rispetto dell’ambiente e promuove una nuova sensibilità nei confronti della Terra attraverso azioni concrete come l’istituzione di parchi e oasi naturali, la salvaguardia della fauna ittica, la promozione di itinerari eco-friendly e lo sviluppo di coltivazioni biologiche a basso impatto ambientale. In questo contesto l’Earth Day è un’importante celebrazione, che diventa simbolo di un impegno assunto tutto l’anno.

Un parco nazionale, nove parchi naturali regionali, l’Alta Via dei Monti liguri, quattro riserve naturali regionali, numerose aree protette di terra e di mare: questa è la migliore testimonianza di quanto la cultura ambientale sia parte della Regione. Un complesso di siti che valorizza un turismo di qualità, attento alla fragilità del territorio, ma sempre fruibile al pubblico. Siti d’eccellenza a livello internazionale, tanto da conquistare, come nel caso del Parco Nazionale Delle Cinque Terre la tutela come Patrimonio Unesco.

Il Parco di Montemarcello Magra, nell’estremo levante, è quello che meglio “racconta” per immagini la vera essenza di una regione che si sviluppa tra mare e montagna, dove spesso gli estremi si toccano. Un percorso ideale è tracciato dal fiume Magra: dalle famose Bocche fino alla Val di Vara. Le splendide pinete a pino d’Aleppo, da Punta Bianca sino a Tellaro, con 260 ettari di foresta offrono uno spettacolo unico. Alla foce del Magra si trovano cormorani, gabbiani reali, aironi e martin pescatore, uccello simbolo del Parco. L’area offre Oltre 800 km di percorsi escursionistici lungo i percorsi fluviali del Magra e del Vara, un tratto dell’Alta Via dei Monti Liguri e numerosi sentieri submontani; inoltre, canoa e kayak, rafting, torrentismo ed equitazione. La vera esperienza è la visita di questo territorio in sella ad una mountain bike, per una vacanza ecologica… con una marcia in più! Itinerari di cicloturismo con vista mozzafiato per vivere al ritmo delle due ruote.

Dalle vette agli abissi: l’amore e la cura per l’ambiente si declinano anche nel rispetto delle acque. La Liguria, infatti, è il cuore del Santuario dei cetacei, un’area marina internazionale protetta che unisce Costa Azzurra, Liguria, Corsica e Toscana, dove frequentissimi sono gli avvistamenti di stenelle e capidogli. E qui vengono svolte tantissime attività per avvicinari adulti e bambini al mare e scoprire questa fantastiche zone. Noi abbiamo conosciuto gli amici di Outdoor Portofino. Un’esperienza unica da vivere in prima persona; da levante a ponente, sono numerosi i moli di partenza: Genova, Camogli, Andora, Laigueglia, Imperia, Loano, Savona e Varazze.

La sensibilità ambientale non può prescindere dalla cultura alimentare e  anche in questo campo la Liguria offre esempi unici. L’Alta Val di Vara, cuore verde dello Spezzino, ha ottenuto il marchio di Valle del Biologico e si attesta come prima realtà in Italia ad aver compreso il valore della natura e della genuinità. Punto di partenza per ogni escursione è Varese Ligure. In quest’ottica, ad esempio, l’illuminazione pubblica delle strade di Varese Ligure è alimentata con energia eolica per una gestione eco-sostenibile del territorio, nello spirito green della vallata.

+Turismo