+Turismo

Dal 24 aprile al 1 maggio l’Isola d’Ischia sarà teatro di uno degli eventi più “green” dell’anno

 


 

Ischia non è solo mare, piscine e cure termali, questo lo sanno bene i tantissimi turisti tedeschi che da buoni camminatori scelgono da sempre l'Isola Verde come meta ideale per dedicarsi a lunghe passeggiate in armonia con la natura, la storia ed i personaggi del luogo. Le statistiche degli ultimi anni ci dicono che il trend sta cambiando: ecco quindi che molti italiani e stranieri di differenti nazionalità scelgono l’Italia per "vivere” la natura e la cultura, per venire a contatto con il “genius loci” dei posti visitati a passeggio piuttosto che in bicicletta o con maschera e boccaglio.     

“Andar per Sentieri” è una manifestazione no-profit di turismo slow e responsabile, dedicata alla scoperta dell’immenso patrimonio ambientale, storico-archeologico ed enogastronomico dell’isola d’Ischia.

Un denso calendario di escursioni promosso da otto associazioni - Pro Loco Panza, Cai Isola d’Ischia, Associazione Nemo per la Diffusione della Cultura del Mare, Strade del Vino e dei Prodotti Tipici, Amici di Piazza Maio, Epomeo in Sella, Premio Internazionale Ischia di Architettura, Federalberghi Ischia - che propongono al turista una nuova consapevolezza dell’anima verde d’Ischia ma che si rivolgono anche, e forse soprattutto, ai residenti isolani: (ri)avvicinare la gente al proprio territorio è condizione necessaria al fine di conoscerlo, apprezzarlo e di conseguenza preservarlo per le future generazioni.

La seconda più grande tra le isole minori, Ischia può essere definita un’isola a vocazione contadina (basti ricordare che qui il piatto tipico è il coniglio…).

Nel fitto dei suoi boschi di lecci, querce e castagni, l’isola preserva antichi villaggi interamente ricavati negli enormi massi di “tufo verde” (è questo il colore dominante della roccia, dovuto all’accumulo di sali marini nella roccia). Terrazzamenti sostenuti da muretti a secco si tuffano in mare a formare ripide scarpate. Tratturi un tempo fondamentali per l’estrazione ed il commercio dell’allume solo in tempi recenti sono stati strappati all’oblio della fitta macchia mediterranea, che sorge potente sui tiepidi terreni vulcanici. Geositi ricchi di minerali ci parlano di centinaia di migliaia di anni di tumultuose eruzioni vulcaniche. Le tante fumarole costituiscono l’habitat adatto per una specie rarissima alle nostre latitudini, “il papiro delle fumarole”, specie tropicale che riesce a sopravvivere solo in alcuni punti dell’isola d’Ischia e del Lazio.

I giorni di apertura e di conclusione della manifestazione saranno segnati da due grandi feste all’aperto tra i vigneti dell’agriturismo di Crateca, punto di arrivo dei due percorsi domenicali, dove i protagonisti saranno i sapori tradizionali dell’isola accompagnati dai suoi migliori vini. 

I partecipanti saranno condotti da esperte guide locali, professionisti del settore (CAI, AIGAE, FIE) che tratteranno i diversi aspetti legati all’escursione con linguaggio chiaro ed accessibile a tutti senza tralasciare quelli legati alla sicurezza del gruppo. Per ogni escursione non mancheranno momenti di sosta per degustare prodotti locali nelle cantine tradizionali. Molto importante per una “formazione sul campo” anche il coinvolgimento e la partecipazione attiva di tanti giovani delle scuole professionali isolane ad indirizzo turistico.

La rassegna verrà ripetuta anche nel mese di ottobre.

Per info sui percorsi: +39 081908436 – prolocopanzaischia.it - facebook.com/andarpersentieri/

+Turismo