+Turismo

In uscita il bando ISI sostenuto da INAIL e dal Ministero del Lavoro, destinato per l’acquisto o il noleggio di macchine e trattori caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore e il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende.


Cosa prevede il bando ISI agricoltura 2016?

In tutto sono stati stanziati 45 milioni di euro (20 milioni da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e 25 da parte di INAIL) a disposizione delle micro e piccole aziende del settore agricolo per sostenere il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza.

L’importo sarà diviso in budget regionali e provinciali ed è ripartito in due assi di intervento:

  • ASSE 1: 5 milioni di euro riservati ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria;
  • ASSE 2: 40 milioni destinati alle imprese agricole.

L’operazione è stata realizzata in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Come si accede ai finanziamenti?

Ogni azienda può presentare una sola domanda per uno solo dei due assi di finanziamento sopracitati. Come disposto dall’ultima legge di stabilità (208/2015), le aziende agricole che possono accedere agli incentivi sono le imprese individuali, le società agricole e le società cooperative operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli e in possesso dei requisiti specificati nel bando.

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino ad esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.

Il contributo, che copre il 40% dell’investimento (50% se si tratta di imprenditori giovani) per un investimento minimo di mille euro e massimo di 60 mila, viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto.

Quali sono le tempistiche?

Sarà possibile presentare la domanda di partecipazione al bando a partire dal 10 novembre 2016 fino alle ore 18 del 20 gennaio 2017, accedendo al sito dell’Inail e compilando la domanda online.

+Turismo