+Turismo

Dal 18 al 28 agosto 2016 si terrà il Ferrara Buskers Festival: una delle maggiori manifestazioni al mondo dedicata alla musica di strada.


Il Ferrara Buskers nasce nel 1987 con lo scopo di valorizzare la figura del musicista da strada (il busker), le cui esibizioni sono vietate in molte città del mondo.

Ma perché vi stiamo parlando di questo festival?

La risposta sta nel concetto di sostenibilità a cui gli organizzatori hanno deciso di legare l’immagine dell’evento, impegnandosi ad effettuare scelte responsabili per una gestione sostenibile del festival.

Da 4 anni a questa parte infatti la manifestazione è un Ecofestival che ha ottenuto la Certificazione ISO 20121, ed ha quindi come obiettivo principale quello di ridurre al minimo gli sprechi e fissare standard elevati circa il rispetto dell’ambiente.

Gli obiettivi vengono perseguiti attraverso alcune semplici azioni, come la raccolta differenziata di carta, plastica ed alluminio.

Oltre all’immagine di Ecofestival, il Ferrara Busker è stato uno dei primi eventi nazionali ad ottenere la certificazione ISO 20121 relativa agli eventi sostenibili. Grazie ad essa l’organizzazione ha sviluppato un’attenzione particolare non solo agli aspetti ambientali connessi ad ogni attività legata alla manifestazione, ma ha anche adottato i criteri di corretta amministrazione e di rispetto delle leggi in tema di sicurezza e contratti di lavoro.

Questo perché la ISO 20121 si innesta e integra perfettamente con gli aspetti legati alla sicurezza e alla qualità degli eventi, tendendo al miglioramento continuo delle prestazioni e alla buona riuscita dell’evento compatibilmente con l’ambiente che ci circonda.

Il semplice fatto di dare grande evidenza al tema ambientale all’interno della manifestazione e di impegnarsi in questo progetto, ha contribuito ad accrescere anche la sensibilità del pubblico nei confronti dell’ambiente e ha rappresentato un traino per altre realtà organizzative e istituzionali.

I risultati di questo cammino verso il rispetto dell’ambiente e la sostenibilità ha già generato i suoi frutti: con il progetto Ecofestival Ferrara risulta infatti una città, nonostante la presenza di diverse decine di migliaia di spettatori durante l’evento, molto più pulita rispetto al passato (i rifiuti raccolti a terra e nei cestini sono diminuiti del 56% dall’inizio del progetto).

Qui sotto vi elenchiamo alcune delle azioni green che sono state attuate:

  • Digitalizzazione delle attività di organizzazione e promozione dell’evento (riduzione della carta)
  • Raccolta differenziata
  • Realizzazione di bicchieri del festival, e conseguente riduzione di materiale usa e getta
  • Realizzazione degli stand con materiali di recupero
  • Promozione di Bus Sharing e Car Pooling
  • Utilizzo di prodotti a km 0 nel ristorante dell’evento
  • Adozione di luci a led (riduzione consumo energetico)

+Turismo