+Turismo

Nei territori ai piedi delle Pale di San Martino, dichiarati 100% rinnovabili da Legambiente, la stagione invernale strizza l’occhio al green.


Nei territori ai piedi delle Pale di San Martino, dichiarati 100% rinnovabili da Legambiente, la stagione invernale strizza l’occhio al green con impianti di risalita alimentati da energia rinnovabile, piste che si snodano all’interno di un parco naturale e sci dall'anima formidabile. Non solo: durante le lunghe giornate trascorse in pista, mentre spirito e corpo si rigenerano, anche l’auto si ricarica… gratis e senza inquinare.

150 impianti di risalita, 390 chilometri di piste e 4 dei comprensori sciistici più spettacolari delle Dolomiti: sono questi i numeri di “Valle Silver”, il nuovo skipass che permetterà di sciare in libertà e con un unico abbonamento sulle piste di San Martino di Castrozza - Passo Rolle, Val di Fassa - Carezza, Val di Fiemme – Obereggen e Alpe Lusia - San Pellegrino. Due le tipologie di abbonamento disponibili, entrambe ad un prezzo particolarmente conveniente visto che in prestagione la formula 5 giorni adulti partirà da 174,00 euro, mentre quella 6 giorni da 200,00 euro.

In un luogo così spettacolare, dove le piste si snodano all'interno di un parco naturale e il rapporto tra uomo e natura è estremamente bilanciato e rispettoso dell'ambiente, anche gli sci sono unici e caratterizzati da un'anima..formidabile: si chiamano Formidable Ski e sono moderni stradivari delle piste, realizzati su misura da Enrico Lazzari, artigiano padovano con le Dolomiti nel cuore. L'anima di queste curiose creazioni viene realizzata utilizzando il pregiato legno di eccellenza della Foresta di Paneveggio, mentre tutti i test tecnici avvengono rigorosamente sulle piste di San Martino di Castrozza Passo Rolle.

L’impegno per un ambiente sostenibile in questo angolo di Trentino si traduce in fatti concreti: oltre agli hotel ed alle utenze private, anche gli impianti di risalita della skiarea San Martino di Castrozza-Passo Rolle sono alimentati da energia pulita, prodotta dalle sette centrali idroelettriche che ogni anno permettono un abbattimento nell’uso di petrolio e delle emissioni di CO2.

Non finisce qui: grazie al progetto Green Way Primiero chi raggiunge questo angolo di Trentino con un veicolo elettrico o ibrido può fare il pieno di energia gratuitamente, usufruendo di una delle 16 colonnine di ricarica pubblica presenti sul territorio. Per chi soggiorna nelle strutture che aderiscono all’iniziativa “Le Dolomiti ti riCARicano”, tutto diventa ancora più semplice: la ricarica infatti avviene direttamente in hotel o al ristorante, per non perdere nemmeno un minuto da dedicare alla propria vacanza ai piedi delle Pale di San Martino.

Insomma... le Dolomiti sempre più green! Pronti a scoprirle?

+Turismo