+Turismo

L’associazione La Nottola APS-ASD organizza, dal 19 al 21 Giugno 2015, sui crinali dell'Appennino tosco-emiliano la seconda edizione della Mc Candless CUP.


La Mc Candless è una sfida non competitiva di trekking spartano. Le coppie si confrontano su un tragitto di circa 40 km, in ambiente montano affrontando varie prove e cercando vari waypoint lungo il percorso. Lo stile è goliardico e autoironico.

Il nome della competizione rende omaggio agli elementi positivi della figura romanzata di Cristopher Mc Candless: lo spirito esplorativo, il rispetto per la Natura, la sua ricerca di uno stile di vita sostenibile, la sfida nel superare le proprie paure, mai contro gli altri, ma assieme a loro.

Nell’edizione scorsa le squadre partecipanti un po’ da tutto il nord Italia, son partite venerdì sera con il buio, affrontato il percorso in totale autonomia alimentare, pernottando all’addiaccio sotto le stelle. Lungo il percorso, dei check point hanno controllato il corretto procedere della sfida, con il supporto del Soccorso Alpino - stazioni Rocca di Badolo e Corno alle Scale.

Una pattuglia dell'organizzazione, partendo un'ora dopo l'ultima coppia, ha giocato contro tutti deviando le coppie raggiunte su un percorso alternativo. Durante i giorni della sfida, si sono svolte prove naturalistiche, di lettura del territorio e di orientamento, tutte intrise di un forte spirito autoironico.

Carlo, 40 anni, educatore: “Abbiamo dormito benissimo! sempre all’addiaccio costruendoci un riparo con un telo cerato, anche sotto il temporale!”

Matteo, 31 anni, fisioterapista: “Un pasto caldo non c’è mai mancato! Avevamo con noi un fornello a pirolisi autocostruito con delle vecchie lattine, ha funzionato benissimo”

Caterina, 21 anni, studentessa, prima classificata: “Mi fanno male le gambe, mi sembra di aver camminato per una settimana, anche se siamo partiti solo ieri l’altro sera, ma per fortuna siamo già arrivati!”

Si può proprio dire che tutti quelli arrivati in fondo abbiano vinto la Mc Candless CUP.

L'organizzazione invita tutti gli appassionati della montagna a misurasi con la seconda edizione di questa sfida più wild che mai, che è partocinata dal comune di Lizzano in Belvedere, dall’Unione dell’Alto Reno, dall’Unione Comuni Appennino Bolognese, dall’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Emilia Orientale, dalla Consulta Escursionismo Bologna e dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Stazione del Corno alle Scale.

SUMMARY 2014:

46,5 - Km  percorsi
4453 - m di dislivello positivi
1943 - m di altitudine massima
590 - m di altitudine minima
16:10 - ore di cammino per la coppia più lenta sull'intero percorso
10:45 -  ore di cammino per la coppia più lenta sull'intero percorso
7:37 - ore di cammino per la pattuglia dell'organizzazione sull'intero percorso
34 - Waypoint nascosti sul percorso
7 - Waypoint trovate dalla coppia più efficiente
2 - coppie ritirate
9 - coppie vincenti
3 - coppie dirottate su un percorso più facile
1 - notti di luna piena che illuminava a giorno
1 - notti di tempesta furibonda
0 - morti o dispersi
0 - colpiti da fulmini
8 - coppie che hanno affrontato i “Balzi dell'ora”
1 - fornelli a pirolisi autocostruiti con lattine usati dai partecipanti
04:48 -orario a cui la coppia più mattinaiera ha raggiunto il primo ceck point
147 - mm di pioggia caduti
8 - ore di sole splendente
innumerevoli - sorrisi e risate tra i parecipanti
1,2 - litri di sudore persi mediamente dai partecipanti
numerose - prove a sorpresa da superare
2- coppie che non hanno MAI usato la tenda nemmeno sotto il diluvio, costruendosi un riparo con un telo cercato
3 - piante riconosciute correttamente da ogni coppia durante la prova natura
nessuno - avvelenato per aver mangiato tuberi selvatici
8 - segni di presenza di animali raccolti dai partecipanti (e ancora conservati in archivio)
innumerevoli - paesaggi mozzafiato
14 - coppie in gara
14 - coppie sopravvissute e soddisfatte
1 - coppia arrivata seconda che ancora si mangia le mani ed è agguerritissima per la prossima edizione

 

+Turismo