+Turismo

Gallo Rosso: artigianato contadino


Un regalo unico, autentico e prezioso

L’impegno di Gallo Rosso, Associazione che si occupa di sostenere e promuovere la cultura e le tradizioni contadine dell’Alto Adige, consiste non solo nel far conoscere le strutture agrituristiche associate, ma anche i contadini che le gestiscono, dal momento che molti di loro possiedono delle attitudini particolari.

Diversi contadini, infatti, sono degli artigiani di grande valore nella creazione di oggetti, tanto che i loro lavori possono essere considerati pezzi unici, bellissimi, autentici, preziosi e di notevole maestria.

I capolavori dei contadini altoatesini sono descritti e fotografati nel Catalogo Gallo Rosso “Artigianato contadino 2016”, nel quale sono contenute anche le singole storie di questi “artisti di montagna”, accomunati tutti dalla passione per trasformare materiali naturali come legno, lana e uova.

Tradizionalmente, i contadini si dedicano ai lavori di artigianato soprattutto nella stagione invernale, quando la natura si riposa e il lavoro nei campi si riduce. Le lunghe ore da trascorrere al caldo della stube, mentre fuori nevica, vengono così occupate da questo passatempo, fatto di tecnica e di accorgimenti pratici, che da secoli si tramandano di generazione in generazione.

Gallo Rosso, per quanto concerne la materia prima, ha voluto preservare la tradizione, pertanto, un oggetto di artigianato realizzato a mano da un contadino di un maso Gallo Rosso deve essere costituito da materiale proveniente al 100% dal maso stesso e deve essere fatto a mano. Questi rigidi criteri che servono a garantire l’elevata qualità dei prodotti, hanno contribuito a selezionare otto contadini di indiscutibile valore.

Tra gli artigiani del legno ci sono Stefan Innerbichler del maso Tischlerhof, tornitore che realizza ciotole e vasi dalle forme eleganti; Herbert Kerschbaumer del maso Thalerhof, che, con la sua vocazione per l’intaglio produce bellissime sculture con vari soggetti; Helmuth Hochkofler del maso Schneiderhof nella sua officina crea, con i suoi numerosissimi coltelli da intaglio, sculture dai dettagli minuziosissimi; Philipp Sagmeister del maso Oberplattner-Hof, che lavora al tornio con estrema precisione i suoi oggetti, personalizzandoli anche attraverso il pirografo; Erhard Paris del maso Oberhof, si dedica all’arte dell’intreccio, realizzando magnifici cesti di ogni forma e colore, oggetti decorativi e borse stravaganti; Karl Heinz Windegger del maso Lahngut è affascinato da ciò che è irregolare e disuguale, ne consegue che ogni suo pezzo è davvero unico: scodelle e vasi diventano dei veri gioielli in legno.

Abita nel maso Amort-Hof Rita Amort, la contadina che lavora la lana con passione, pazienza e anche forza. Questa antica tecnica tessile, la più antica del mondo, consente a Rita di realizzare magnifiche e fantasiose pantofole, borse, bellissimi cappelli e oggetti d’arredo; ognuno di essi è un pezzo unico, originale e rigorosamente fatto a mano.

Le uova nel paniere invece non le rompe, ma le decora abilmente Beatrix Hohenegger del maso Gamsegghof. Sono uova di oca, che, dopo essere svuotate, vengono dipinte con colori sgargianti e decorate con linee sinuose, fiori e aforismi. Anche in questo caso, non esiste un uovo uguale all’altro.

Ognuna di queste meravigliose opere d’artigianato può essere acquistata, anche per fare dei regali originali e di valore, direttamente al maso in cui viene prodotta, oppure mettendosi in contatto con il contadino, i cui riferimenti si trovano sia sul sito www.gallorosso.it sia sul Catalogo Gallo Rosso “Artigianato contadino 2016”, che si può ricevere gratuitamente presso il proprio domicilio contattando Gallo Rosso (tel. 0471/999308 – [email protected]).

 

+Turismo