+Turismo

Consigli pratici e utili per apprezzare al massimo questa tradizione altoatesina

 


Anche a Merano e nei suoi dintorni il Törggelen è una tradizione molto consolidata e fa parte di una delle tante attrattive che questo territorio offre nella stagione autunnale.

In cosa consiste esattamente il Törggelen?

Il Törggelen è una consuetudine dell’Alto Adige, nata in concomitanza con i tempi scanditi dalla natura, ossia con la maturazione in autunno dei frutti come l’uva e la castagna. Ci si ritrova così la sera nelle cantine, sotto le pergole dei giardini, nei ristoranti e nei masi a gustare il vino novello, specialità locali, speck e castagne. Questo in sintesi, ma in realtà il Törggelen ha anche delle sfumature e dei significati di contorno che è bene conoscere.

1. Non c’è fretta

Il Törggelen è un momento che bisogna “dedicarsi” completamente, per degustare i prodotti preparati in casa con calma e tranquillità, quegli stessi prodotti che hanno richiesto tempi lunghi prima di giungere a maturazione. L’uva e le castagne sono frutti di stagione e anche lo speck richiede tempi di stagionatura per raggiungere l’intensità di sapore e la consistenza adeguata.

2. Voglia di condivisione

Chi fa il Törggelen non è alla ricerca di una serata intima e silenziosa, dall’atmosfera raccolta. Si mangia e si festeggia in gruppo, con amici o in famiglia, per questo in molti casi è meglio prenotare per aggiudicarsi il posto. Inoltre, spesso c’è la musica che accompagna questi momenti e la gente canta, ride e chiacchiera fino a tardi. Il vino nuovo, il “Susser” (il succo d’uva, poco alcolico, che non è ancora diventato vino) e le grappe aiutano a lasciarsi andare al divertimento.

3. Niente macchina

Non si va al Törggelen in macchina. L’ideale è andarci a piedi, magari dopo una bella camminata in montagna, che stimola l’appetito. Per lo stesso motivo è consigliata anche una bella camminata dopo il Törggelen, per digerire e “smaltire” tutto.

4. Immancabili canederli

Anche i canederli sono una delle pietanze offerte nel Törggelen, non possono mancare come ricetta tipica altoatesina. Una curiosità è che i canederli non bisogna tagliarli con il coltello, ma con la forchetta! Questa regola nasce nei tempi passati, quando si usavano le posate d’argento, metallo che, al contatto con uova, asparagi, insalata, aceto, senape, patate e altro si macchia, creando un odore antiossidante molto sgradevole. Inoltre, la cottura del canederlo deve essere tale da consentirne la rottura con l’uso della sola forchetta.

5. Il re dell’Alto Adige: lo speck

Lo speck segue delle regole precise a tavola. Per esempio è spesso servito su un tagliere in un pezzo intero, per garantire la sua freschezza, con un coltello che taglia molto bene. Tagliare in modo giusto lo speck, infatti, non è semplice, perché bisogna farlo contro la fibra, le fette devono essere sottili, non bisogna togliere il grasso del tutto perché contiene un aroma buonissimo, mentre è possibile eliminare la crosta con le spezie se si preferisce un gusto più delicato.

6. Cosa si beve?

Nel Törggelen si bevono sempre il vino nuovo e il Susser, il succo d’uva che ancora non è diventato vino; oppure per i più piccoli o per chi è astemio c’è la possibilità di gustare sciroppi o succhi di mela, di pera, di sambuco fatti in casa, naturali e davvero buonissimi. Anche l’acqua è ammessa, mentre sono bandite dal Törggelen le bibite industriali come te freddo, aranciata, cola, limonata, ecc.

 

Dove concretamente andare a fare il Törggelen a Merano e nei suoi dintorni? Ecco qualche consiglio…

Zmailerhof sopra Scena

Hofschank, osteria contadina tradizionale con piatti tipici, uno splendido paesaggio e una stube nuova.  Tel: 0473 945881

Schlosswirt Juval a Naturno

Trattoria tradizionale, famigliare e accogliente che fa parte di Castel Juval, residenza estiva di Reinhold Messner. www.schlosswirtjuval.it

Schnalshuberhof a Lagundo

Buschenschank con produzione propria di vini e con una stube antica coperta di giornali che una volta servivano alla coibentazione. Tel: 0473 447324

Nalserbacherkeller a Nalles

Altra Buschenschank molto caratteristica con cantina accogliente , offre specialità locali, vini e distillati di produzione propria.

Tel: 0471 678661

Ristorante Zum Mohren a Tesimo

Albergo e ristorante confortevole con una cucina di alto livello che offre piatti creativi a base di castagna. Tel: 0473 920923

Ristorante Rattlerhof a Lana

Cantina accogliente ristrutturata che offre pietanze a base di castagna, dolci e torte, ma anche succhi fatti in casa.

Tel: 0473 550796

Maso Rauthof a Merano

Maso tipico a Merano con una vista panoramica unica sulla città.

Tel: 0473 244741

 

Per gli amanti della castagna ecco alcuni consigli su dove mangiare i prodotti a base di questo frutto autunnale:  http://www.keschtnriggl.it/it/prodotti.html

 

Per avere ulteriori informazioni sull’usanza del Törggelen a Merano e dintorni si consigliahttp://www.meranerland.com/it/temi-viaggio/mangiare-e-bere/la-cucina-altoatesina/toerggelen.html

 

 

 

+Turismo