+Turismo


GourmArte, ovvero la cucina stellata abbinata al mondo dell’arte. Tre giorni di altissimo livello alla Fiera di Bergamo (da sabato 29 novembre a lunedì 1 dicembre) dove i visitatori potranno gustare i prodotti enogastronomici eccellenti interpretati dalla creatività e dalle sapienti mani dei migliori chef in circolazione accostata a Bergamo Arte Fiera (BAF), mostra-mercato di arte moderna e contemporanea. Un'esclusiva esperienza sensoriale in cui ciascun visitatore ha l'opportunità di immergersi varcando la soglia di GourmArte. Da un lato gli è possibile apprezzare, conoscere, degustare e - ove lo desideri - acquistare, prodotti di assoluta qualità, confrontandosi direttamente con i produttori - "Maestri, Custodi ed Esploratori del Gusto" - pronti e disponibili a soddisfare le sue curiosità e a proporre nuovi assaggi. Dall'altro, presso il Ristorante GourmArte, può comporre il suo menù scegliendo tra i piatti di 24 blasonati chef (8 per ciascun giorno), gli "Interpreti del gusto" che nelle cucine (a vista, in stile show cooking) preparano in diretta le specialità che li hanno resi famosi. Per garantire assoluta qualità GourmArte abbina all'eccellenza una scelta di territorialità, accendendo i riflettori sull'enorme ricchezza enogastronomica lombarda. Con un ingresso in Fiera, al costo di 15 euro, si degusta con calma e piacere un centinaio di prodotti d'eccellenza selezionati dalla commissione. Vini (Franciarcorta DOCG, Garda DOC, Lugana DOC, Oltrepò Pavese DOC, Valtellina Superiore DOCG...), formaggi (taleggio DOP, mozzarella di bufala, parmigiano reggiano DOP, gorgonzola DOP, bitto storico, Bagoss, grana padano DOP...), salumi (salame mantovano, salame viadanese, lingua salmistrata, salame di Varzi DOP, lardo lonzato, brisaola sublime, salam nell’ola...), dolci (torrone all’antica, nocciolini di Canzo, panettone, amaretti, praline di cioccolato...), e ancora: riso invecchiato Carnaroli, mostarda, confetture, birra, grappa, olio, acqua, salmone affumicato, miele, zafferano, pane di mais, funghi porcini... dal Moscato di Scanzo di Biava al caffè espresso della torrefazione Art Caffé; dal Pata Negra di La Fenice, al Taleggio DOP del Caseifcio Taddei; dal torrone all’antica della Pasticceria Morlacchi, alle birre artigianali del Birrifcio Indipendente Elav; dal salmone affumicato scozzese di Orobica Pesca, al Roccolo di CasArrigoni. Insomma, tutto quanto di buono e genuino nasce in Lombardia e dintorni. Se si vogliono assaggiare i piatti degli chef, allora si prende la via del ristorante. Lì si paga da 40 a 80 euro. Orari GourmArte: sabato e domenica 10–22, lunedì 10–18.

+Turismo