+Turismo

Per il terzo anno consecutivo, e sulla scia del successo delle passate edizioni, A seminar la buona pianta, festival organizzato e promosso da Aboca e dal Patto Territoriale delle Valli del Leno, ritorna in Trentino dal 30 giugno al 6 luglio, coinvolgendo le località di Vallarsa, Rovereto, Schio e Trento.


Con spettacoli, corsi di fitoterapia e acquarello botanico, incontri, letture, mostre escursioni, la manifestazione, quest’anno curata da Giovanna Zucconi, si pone l’obiettivo di esplorare in molti modi diversi il nostro rapporto con le piante e con l’ambiente in cui viviamo, grazie anche alla collaborazione di I suoni delle Dolomiti, Mart di Rovereto e Muse di Trento.

Moltissime le novità che riguardano gli ospiti, come sempre d’eccezione.

Al Mart, l’attore Antonio Albanese, che da sempre riserva attenzione nei suoi spettacoli ai temi legati alla salvaguardia dell’ambiente, racconterà la sua passione per piante e animali, in conversazione con Giovanna Zucconi, mentre sul Monte Bondone, in coproduzione con I suoni delle Dolomiti, Michele Serra leggerà dal suo ultimo libro Gli sdraiati, assistito dalla punteggiatura musicale della Banda Osiris.  

Sarà sempre la musica ad accompagnare nella semina di sabato 5 luglio nella suggestiva Vallarsa, mentre in serata a Trento andrà in scena Finalmente il finimondo, uno spettacolo esilarante ma nel contempo serissimo sul futuro del pianeta, nel quale il filosofo della scienza Telmo Pievani, il giornalista Federico Taddia e la Banda Osiris racconteranno, alla loro maniera, le tante “fini del mondo” previste dall’umanità, dai Maya ai nostri giorni.

La kermesse prevede anche una passeggiata urbana alla scoperta delle piante medicinali della città di Trento.

A seminar la buona pianta si conclude con  l'incontro di domenica 6 luglio Chi inquina paghi - quanto ci costa avvelenare la terra, con il quale si vuole toccare l’argomento dell’inquinamento e degli effetti che questo ha sul mercato, sul clima, sulla salute.

Nello stesso giorno, invece, presso il Muse di Trento ci sarà la presentazione del libro di Fabrizio Zara Botanica Urbana, un'agile guida per il riconoscimento delle più comuni piante medicinali in ambiente urbano.

Aboca è un’azienda toscana che nasce a Sansepolcro nel 1978 con l’intento di applicare alla tradizione dell'uso delle piante medicinali a scopi salutistici, la ricerca moderna e la tecnologia più avanzata. Il rispetto dell’ambiente e la cultura sono valori alla base della filosofia aziendale e vengono concretamente applicati con il rispetto di norme di sviluppo ecosostenibile e di crescita qualitativa.

La buona pianta

 

 

 

.

 

+Turismo