+Turismo

Quaranta scatti a colori, fatti in 25 anni di professione, che raccontano di donne e uomini che lavorano per la tutela dell'ambiente e della salute dell'uomo. In Italia e nel Mondo. 


La mostra fotografica Professione Natura di Antonio Lopez mostra volti conosciuti come quello di Fulco Pratesi, fondatore e presidente onorario del Wwf Italia; Salvatore Giannella, storico direttore di Airone degli anni Ottanta e Novanta... o l'artista Francesco Barilli, pittore e regista del Po e della natura italiana.

Facce meno note ma ugualmente fondamentali nella quotidiana tutela dell'uomo e degli animali nel loro ambiente come i tanti operatori che lavorano nei centri di recupero degli animali selvatici, le guide dei parchi, i trekkers, i fotografi, i ricercatori e gli studiosi sul campo, i forestali, i pastori e i contadini fino agli oncologi, ai magistrati, agli omeopati, alle ostetriche del parto in casa, i frati francescani custodi delle loro foreste, le famigliole che producono buona educazione e agricoltura biologica fino ai raccoglitori di gomma dell'Amazzonia, che difendono il mantenimento di quelle specie arboree dal cemento e dalla speculazione.

Un mondo vivo, ricco, diverso, colorato e alleato della natura. Che Antonio Lopez ha ritratto nei suoi luoghi, nelle sue azioni quotidiane con lo spirito del cronista: “La foto non è un ritratto in posa ma il racconto di una storia di vita personale. Spesso si tratta di storie di amori: per gli animali che si curano, per le foreste che si salvano, per l'arte che si vive, per le mamme e loro bimbi che si vuol far nascere sani, per le sciagure ambientali che si vogliono evitare... Nelle mie fotografie racconto con semplicità la tanta brava gente che ho incontrato nel mio lavoro di fotografo e giornalista che fa semplicemente e quotidianamente il suo dovere. Nell'interesse di tutti!”.

Domenica 27 luglio alle 10 nella sala espositiva della Mostra del Centro Visita dell'Orecchiella giornata a tema “ NaturalCafé “ con alcuni dei protagonisti ritratti e l'autore che incontreranno i visitatori del parco per parlare del loro lavoro.

La mostra è uno dei tantissimi appuntamenti del programma Orecchiella Eventi 2014 organizzato dal Corpo Forestale dello Stato per l'intera stagione estiva nell'area protetta.

Antonio Lopez è giornalista, fotografo, scrittore e divulgatore scientifico, documentarista e autore di soggetti cinematografici. Originario di Margherita di Savoia (Puglia) è sposato e vive a Lastra a Signa, in Toscana. È giornalista professionista e fotografo e lavora da 25 anni nella redazione del mensile Airone. Si occupa di temi ambientali e ha pubblicato una trentina di libri illustrati sulla natura, i parchi, l'ecologia, gli animali e gli itinerari nel Belpaese.

Ha realizzando una decina di mostre fotografiche in diverse città italiane e altrettanti documentari e film per la Tv. E' stato consulente Rai di Made in Italy e ha ricevuto numerosi premi giornalistici, tra cui il Guidarello di Ravenna e il Mario Pastore, giornalista per l'ambiente Lipu-Rai.

Dal 2003 fa parte del Comitato scientifico dell'Accademia Internazionale di Scienze Ambientali (I.A.E.S. - International Academy of Environmental Sciences) di Venezia.

Info:

Professione Natura

Centro Visite Riserva Naturale dell'Orecchiella

Garfagnana-Villa Collemandina (Lucca)

21-31 luglio 2014

Aperture e orari. Il Centro Visitatori si può visitare tutti i giorni da giugno a settembre (ore: 9.00–19.00). E, prenotando per gruppi, sono possibili visite in qualsiasi periodo dell’anno.

Biglietti d'ingresso: intero 2 euro, ridotto (da 6 a 11 anni e oltre i 65) 1 euro. Intero per gruppi (25-30 persone) 10 euro, ridotto per gruppi (25-30 persone) 8 euro.

Come si arriva. Il Centro Visitatori dista 69 km da Lucca. Vi si arriva facilmente dal capoluogo toscano (uscita Lucca autostrada A11 Firenze mare) seguendo le indicazioni per Castelnuovo Garfagnana, lungo la statale di fondo valle che segue il corso del fiume Serchio. Raggiunta Castelnuovo si attraversa il Serchio e si prosegue (strada provinciale n.72) in direzione di Corfino-Passo delle Radici, si superano poi i centri di Pieve Fosciana, Castiglione di Garfagnana, Villa Collemandina e si imbocca - all'altezza di Corfino - la deviazione a sinistra per l'Orecchiella.

Per chi proviene da nord (Milano, Genova) conviene uscire ad Aulla (autostrada A15) e seguire le indicazioni per Fivizzano e, al bivio di Gassano, proseguire per Casola in Lunigiana, Piazza al Serchio e Caprignana, fino a raggiungere il centro visita dell'Orecchiella.

 

+Turismo