+Turismo

Punteggio Protocollo Green PiuTurismo: 6/8


Informazioni

Insieme a Campei di Cima faceva parte di un sistema di malga ben organizzato e autosufficiente che permetteva alla piccola comunità locale di sopravvivere e mantenersi. Storicamente sappiamo che originariamente apparteneva alla famiglia Andreoli che veniva da Armo, un piccolo comune della Valvestino.

Gli Andreoli erano mandriani che nel XVI° secolo si stabilirono sul monte Gargnano, nella frazione di S. Maria di Navazzo da dove iniziarono le loro molteplici attività. Inizialmente si occuparono dell’allevamento del bestiame, per poi vendere i prodotti del caseificio e con i guadagni ottenuti acquistare pascoli e boschi dei dintorni In origine gli Andreoli fissarono la loro malga proprio a Campei di Cima, e qui nel 1602 costruirono una piccola cappella dedicata a S. Maria della Neve. Ogni anno il 5 agosto si celebra una festa in onore della Madonna e si celebra una messa. Il piccolo borgo è stato recentemente restaurato da parte del Gruppo Alpini di Salò che ne cura anche la gestione. Campei di Fondo rispecchia la storia dell’intera vallata. I proprietari possedevano tutta la valle e i loro lavoranti abitavano in questa cascina tutto l’anno. Questa è la caratteristica principale della malga, poiché normalmente un alpeggio viene utilizzato solo nel periodo estivo. 

Dove si trova Il rifugio

Campei di Fondo si trova nel cuore del Parco dell’Alto Garda, a circa 14 chilometri dal lago di Garda e da Toscolano-Maderno, e a 20 da Idro, nella zona chiamata “Terra tra i due laghi”. Nella Valle di Campiglio, a 780 metri d’altitudine, alle porte della zona “wilderness” del Parco, che è la parte più incontaminata e intoccabile, centro e fulcro di ripopolamento per fauna e flora. L’Alpeggio è formato da un’antica struttura seicentesca che stiamo completamente ristrutturando. Sono a disposizione degli ospiti 3 camere con 8 posti. Ci troviamo nella Valle di Campiglio, una splendida vallata alle porte di una delle zone più selvagge del Parco Alto Garda: l’area “wilderness” compresa tra il Monte Pracalvis e il Monte Vesta. Il rifugio è un’antico casale seicentesco che, oltre ad offrire ospitalità, dispone di un’accogliente saletta ristorante che durante il giorno diventa sala di lettura e relax.
E’ gestito dall’Azienda Agricola Scuderia Castello che applica la stessa filosofia di familiare e calorosa accoglienza verso i propri ospiti come nell'omonimo agriturismo. La struttura è particolarmente indicata ad accogliere sia cavalli che cavalieri, essendo infatti attrezzata con un’ampia stalla con poste fisse e un meraviglioso prato a pascolo di circa due ettari con castagneto. La posizione strategica e favorevole permette di farne un ottimo punto tappa sia per i trekking a cavallo, essendo una zona di passaggio tra il Lago di Garda, la Valsabbia e la Val Vestino, sia per escursioni a piedi nei dintorni.
Accoglie sempre con piacere escursionisti, mountain-bikers, bird-watchers, gruppi di amici, associazioni sportive o ecologiste e chiunque ricerchi una vacanza tranquilla lontana dal caos e dal traffico in assoluta semplicità e immersa nella natura. Il rifugio potrà essere un punto di appoggio per escursioni organizzate di più giorni oppure una base da cui muoversi per passeggiate giornaliere, ma anche, semplicemente, per godersi la quiete e il dolce far niente. Il rifugio resterà aperto dall’inizio di aprile fino alla prima settimana di ottobre dal giovedì alla domenica. Su richiesta per altri periodi. Consigliamo in ogni caso sempre di contattarci per prenotazioni e informazioni.

Le sistemazioni

La casa permetterà di accogliere cavalieri e cavalli, escursionisti, famiglie con bambini, mountain bikers, bird watchers, piccoli gruppi di amici o associazioni sportive o ecologiche: chiunque ricerchi una dimensione lontana dal caos e dal traffico, in semplicità e sintonia con la natura, qui potrà trovare un punto di appoggio per trekking organizzati di più giorni, per passeggiate giornaliere o semplicemente per godersi la quiete e il dolce far niente. Le camere sono ben curate e semplici, con una splendida vista sulle montagne e i prati attorno. Disponiamo di: una camera matrimoniale con letto French bed (adatta a una coppia o una sola persona), una camera matrimoniale con possibilità di terzo letto aggiunto, una camera doppia (con letti separati) con possibilità di terzo letto aggiunto. L’intento è di recuperare questo antico casale, un tempo completamente autosufficiente e ancor oggi parte integrante di un passato che sempre di più ci invita alla riscoperta di uno stile di vita che ci permette di vivere l’ambiente in modo non intrusivo e in armonia con noi stessi.

Prenotazioni e informazioni

Il punto di riferimento è la Scuderia Castello. Vi è la possibilità di creare pacchetti con soggiorni abbinati alla Scuderia. Per l’alpeggio offriamo un servizio continuato da maggio ed ottobre; su richiesta negli altri periodi. L’alpeggio è attrezzato per accogliere i cavalli degli ospiti in stalla attrezzata con posta fissa; oppure c’è la possibilità di lasciarli liberi nei prati recintati intorno alla casa. E’ possibile prenotare passeggiate a cavallo con partenza dalla Scuderia Castello oppure portare il proprio cavallo e richiedere il servizio guida con accompagnatore turismo equestre.

 

 

Servizi

    posti letto ristorante colazione wifi carta di credito organizzazione tour maneggio Degustazioni Ospitalità per cavalli

Video


Il lato Green

Il progetto prevede la totale autosufficienza energetica e quindi una particolare attenzione ad ogni aspetto per ciò che concerne il rispetto del territorio e l’eco-compatibilità con l’ambiente. La casa è servita da un mini acquedotto che raccoglie l’acqua da un vicino ruscello. Grazie alla sua costante portata e al dislivello è possibile inserire una microturbina che fornisce l’energia elettrica sufficiente al fabbisogno. La dispersione dell’energia inutilizzata verrà convogliata in acqua sanitaria agevolando il raggiungimento della temperatura. Il riscaldamento sarà fornito da camini e stufe alimentate con il legname di scarto del bosco.

Consigli in zona

Campei un ottimo punto tappa sia per i trekking a cavallo, essendo una zona di passaggio tra il Lago di Garda e la Valsabbia, sia per escursioni a piedi nei dintorni.

Turismo alto Garda


+Turismo