+Turismo

Informazioni

Le acque dei Bagni di Bormio sono classificate come ipertermali, solfato, alcalino, terrose, con tracce di radioattività (radon). Esse sgorgano da nove diverse sorgenti situate ad altitudini diverse, tra i 1280 e i 1421 metri s.l.m., sulle pendici di dolomia del monte Reit. Le acque minerali, tra le poche naturalmente calde a sud delle Alpi, sgorgano ad una temperatura tra i 37 e i 43 °C, che varia in funzione delle stagioni. D'estate e nei periodi più piovosi le infiltrazioni di acqua piovana rendono le sorgenti più fredde, mentre d'inverno il gelo fa sì che non vi siano alterazioni di temperatura. I nomi attribiuti alle varie sorgenti non compaiono nei più antichi atti d'archivio dove vengono invece citati solo i "Bagni di Castello" o i "Bagni di San Martino", o ancora le "aquae Hospitium Balneorum". Questi nomi fanno la loro comparsa nell'Ottocento in seguito all'edificazione del nuovo Grand Hotel

Bormio situata a 1225 metri sul livello del mare già in antichità era conosciuta per le proprietà delle sue fonti millenarie.

Scopri tutto sulle terme nel nostro speciale

La forza di Bormio è il suo paesaggio: i grandi ghiacciai, il Parco nazionale dello Stelvio, le malghe e i rifugi in quota. Ma anche la sua storia, che si perde nel tempo, così legata alle sue acque termali e alla quale accennava già Plinio il Vecchio nella Naturalis Historia e poi dettagliatamente raccontata anche da Leonardo da Vinci. Ed è in questo unico scenario naturale e storico che è possibile vivere l'emozione di praticare tutti gli sport, invernali ed estivi, che l'alta montagna possa offrire.

Servizi

    Parcheggio auto posti letto ristorante colazione Spa wifi piscina campi da sci carta di credito

Il lato Green

Consigli in zona

I luoghi di PiuTurismo:

I luoghi di PiuTurismo


+Turismo