+Turismo

Informazioni

OASI FELINA DI SU PALLOSU: VISITE GUIDATE GRATUITE SU PRENOTAZIONE

Migliaia di visitatori ogni anno provenienti da tutto il mondo. Su Pallosu è un mondo fantastico ove si intrecciano natura, storia e arte. Set di film, luogo della straordinaria pesca del tonno prima, del corallo e delle aragoste poi è conosciuta per la presenza di una colonia felina esistente da circa un secolo.
 
Il borgo marino di San Vero Milis è divenuto ormai una meta insostituibile per gli amanti dei gatti e del mare sardo.
L’Associazione Culturale Amici di Su Pallosu organizza gratuitamente durante tutto l’anno , le visite guidate.
Le visite sono rivolte a tutti: famiglie, gruppi, singoli, Associazioni, Scolaresche; amanti della Sardegna, dei gatti, del mare e della storia.
Attenzione: le visite si effettuano solo su preventiva prenotazione e comunque esclusivamente nei seguenti orari : mattina 10-12; pomeriggio 16-18 (ogni 30 minuti, a numero chiuso, per non più di 10 persone per volta).
Per usufruirne occorre prenotare preventivamente e accordarsi con l’Associazione Amici di Su Pallosu (Andrea e Irina).
Non esitare a contattarci, dalle 11 alle 12 e dalle 17 alle 18, al numero di tel. 0783 58041 per informazioni e prenotazioni.
 
Visitatori all’Oasi Felina di Su Pallosu
Tutti i segreti di un sito magico vi saranno svelati dai due gattari che vivono 24 ore su 24 a contatto con i gatti (schedati uno per uno, microchippati, vaccinati e sterilizzati) Andrea Atzori e Irina Albu, durante la visita guidata gratuita che sviluppa in un percorso di 7 piccole tappe.
1)Area pasti felini;
2)Rifugio dei gatti;
3)Giardino Felino;
4)Collezione Minerali Gianni Atzori;
5)Area Tartarughe d’acqua dolce;
6)Mostra permanente su Storia, Natura e Arte della Casa Museo Gianni Atzori.
7)Spiaggia nuragica dei gatti.
 Durante la vostra visita potrete osservare e coccolare i gatti stanziali all’interno del giardino felino -uno per uno (ciascuno con il proprio nome) e conoscere tutte le loro particolarità.I luoghi dove mangiano, dormono, giocano e riposano. All’interno del piccolo percorso la guida vi racconterà la storia secolare della presenza felina e del mitico borgo dei pescatori di Su Pallosu, luogo d’ispirazioni di molti racconti dello scrittore bolognese Stefano Benni. Potrete vedere le foto storiche della Pesca del Tonno, del Corallo e delle Aragoste. Spazio rilevante della visita è dedicato all’aspetto storico archeologico.La Spiaggia dei gatti è infatti anche un interessante sito archeologico nuragico, più volte oggetto di Scavi della Soprintendenza.


 Oltre alla Mostra Permanente sulla Storia-Arte-Natura e Pesca all'interno dell'Oasi è allestito un   percorso didattico-culturale, sempre presso la Casa Museo Gianni Atzori di Su Pallosu, arricchito con 7 nuovi maxi pannelli (da 1.40 per 1.00). 2 gigantografie con straordinarie foto dei felini in Spiaggia, realizzate dalla fotografa Susanna Di Stefano, 3 pannelli con testi e foto sono dedicati a “Flora”, “Fauna” e “Archeologia”, tutti specifici sulle specie e i ritrovamenti del sito di Su Pallosu. All’ingresso ci sarà anche la Biografia di Gianni Atzori, cui è dedicata la casa museo-  e nel percorso anche un pannello dedicato alla Storia della Mineralogia in Sardegna.

Gianni Atzori, oristanese, insegnante elementare, artigiano, uomo di cultura e figura politica, scomparso nel 2002, era un grande amante di Su Pallosu. Negli anni 60 Gianni Atzori acquistò dal comune il terreno di Su Pallosu in prossimità del mare e realizzò qui  il suo laboratorio artistico dove lavorò per 50 anni corallo, ossidiana, corno, osso, trachite e altre pietre dure.Nel 1969 “Su Maistu” , così era soprannominato a Cabras, dove insegnò per decenni nella scuola elementare, fu vittima di una embolia spinale al terminare una immersione che gli impedì’ di camminare per anni. Tra le attivita’ per recuperare la deambulazione integro’ lunghe camminate in cerca di minerali e/o fossili, campo in cui maturo’ una conoscenza approfondita. All’interno del Giardino Felino di Su Pallosu è presente una parte della collezione minerali raccolti in Sardegna da Gianni Atzori 
Tutte le visite effettuate dall’Associazione Culturale Amici di Su Pallosu sono strettamente private e sono rivolte esclusivamente ad Associati, simpatizzanti, iscritti al gruppo e pagine Facebook gestite dall’Associazione medesima.
 Le visite guidate sono sempre totalmente gratuite, effettuate su esplicita richiesta-basta inviare una email o telefonare, si svolgono -come detto-a numero chiuso per non più di 10 persone a gruppo.
La durata massima della visita guidata gratuita è di circa 20-25 minuti e varia a seconda del numero dei visitatori nel gruppo e dell’interesse degli stessi.
Attenzione: prima di venire a Su Pallosu accordati direttamente con l’Associazione sul giorno della tua visita, l’orario e il numero di partecipanti interessati.
Per i turisti di lingua straniera è possibile richiedere all’ingresso di avvalersi dell’ausilio di un testo-guida esplicativo del percorso, scritto in : inglese, tedesco, francese e spagnolo.

Servizi

  • organizzazione tour
  • attività didattica
  • parcheggio

Punteggio Protocollo Green PiuTurismo: 1/8

  • Fa promozione del suo territorio


Il lato Green

Da cent'anni Su Pallosu è la spiaggia sarda dei gatti.Nell'estremo nord del Sinis, dove la natura è incontaminata, il mare ricco, puoi trovare un vero e proprio paradiso.Scelto come Luogo del Cuore della Sardegna -votato da ben 6.626 cittadini-nelle ultime due edizioni del Censimento del FAI Fondo Ambiente Italiano.

Consigli in zona

+Turismo