+Turismo

Una giornata indimenticabile, testando il nuoto contro corrente e andando alla scoperta dei segreti e delle tecnologie delle piscine delle prossime olimpiadi. 


Una lunga storia (nascono nel 1961), 70 paesi e 1500 piscine l'anno; un'azienda che rimane sempre al passo innovando ma con una particolare attenzione all'ambiente.

Nuoto controcorrente

Quando mi hanno chiesto di esprimere il mio giudizio sul nuoto contro corrente ho immediatamente fatto i salti di gioa. Da qualche anno ho dovuto rinunciare alla vasca da 50 metri per una piscina più accogliente e calda, oltre che pulita, ma con vasca da 25. La differenza nello sforzo è parecchia, e l’idea di poter fare altrettanto in una vasca da 10 mi sembra incredibile.

Infatti mi sbagliavo, o meglio avevo ragione a metà: effettivamente se il flusso viene aperto e lasciato leggero la sensazione è piacevole, quasi come nuotare in piscina, si può dosare lo sforzo e seguire il proprio programma di allenamento senza spostarsi di un millimetro (il che è già fantastico di per se).
Le cose cambiano, e seriamente, quando il flusso aumenta e viene aperto in quella che chiamerà la versione strappa costumi (nessuna delle ragazze è riuscita a testarlo, in sostanza):  la spinta che genera ti porta il cervello al mare aperto, o meglio, all’oceano, con una spinta della corrente che ti toglie il fiato, e ti obbliga a una nuotata puntuale, potente e più difficile nella respirazione, esattamente quello che ho provato tuffandomi a fare due bracciate con il mare agitato alle Hawaii.  Mancava solo l’acqua salata, e l’emozione sarebbe stata uguale, Ed è incredibile farlo in una vasca così piccola, quando ti fermi le braccia non ce la fanno più a fare un metro, hai tutti muscoli sotto sforzo e non ti devi preoccupare di affrontare le onde alte per tornare a riva, ti sposti solo di pochi centimetri.

Questa era la ciliegina da mettere sulla torta di una giornata alla scoperta di questa industria nazionale che ha saputo investire e innovare, e tra ciò che rende uniche le sue piscine ha una gamma di accessori veramente unici, primo fra tutti il sistema di nuoto contro corrente.

Grazie ad un potente sistema idraulico interrato (la versione che vede nel video è un allestimento temporaneo predisposto per noi, normalmente l’intero sistema è interrato) a basso consumo è possibile generare un flusso costante, variabile nella potenza, che crea una spinta a cui opporsi nuotando, ottenendo così l’effetto di nuotare fermi in un punto esattamente come se si stesse nuotando in piscina, o in mare aperto.

Questo toglie una serie di limiti alla piscina, permettendo la costruzione di piscine molto più piccole nelle dimensioni, ma funzionali come una vasca lunga.

Questo, unito ad una alta attenzione al design della vasca e del contorno, alla selezione di materiali e componenti uniche come gli idromassaggi rendono l’esperienza che si vive in una loro vasca unica.

Hydrocyclette

Un altro prodotto che abbiamo provato è stata l'hydrocyclette. Un comodo attrezzo per il fitness in acqua, che fonde i benefici della pedalata con quelli del movimento a gravità ridotta con effetti massaggianti. Un altro accessorio irrinunciabile per chi desideri coniugare comfort e attività fisica è il sistema per il nuoto controcorrente: mantenersi in allenamento sarà ancora più divertente, con la possibilità di regolare la potenza e impostare il training, che potrà essere super intensivo, di mantenimento, o di semplice relax. 

Tecnologia delle Piscine Castiglione

Come unica è la tecnologia con cui vengono costruite queste piscine, una tecnica innovativa che permette di assemblare fuori terra vasche di qualsiasi dimensione, dalla piccola piscina dimostrativa alle enormi vasche per le olimpiadi che si terranno quest'anno a Rio.
La modularità ha tantissimo vantaggi: può essere montata dovunque, non avendo una “vasca da far passare dalla porta” (magari di uno stadio, citando un esempio) e non sono necessarie tonnellate di cemento o scavi.
Nel caso delle olimpioniche altro vantaggio è la regolabilità: quando necessario è possibile intervenire sulle fisiologiche variazioni di lunghezza garantendo che vengano rispettati gli standard imposti dalla lega nuoto, e garantendo che i record siano registrabili non invalidabili (come spesso capita nelle vasche di altro tipo) causa di un centimetro di meno del necessario.

Virtual Trainer

Questo forte rapporto con il mondo sportivo porta l’azienda a sperimentare e innovare continuamente, studiando soluzioni che interga nelle proprie soluzioni o che fornisce ad altri come il personal trainer subacqueo.
Invenzione semplice, ma a mio avviso geniale, una striscia di led sul fondo della vasca che permette di impostare vari porfili di allenamento (anche a più sportivi contemporaneamente).

La striscia guida lo sportivo (che ha scelto il suo colore di riferimento) garantendogli ad esempio di mantenere una certa cadenza, o di preimpostare i vari ritmi differiti e il tipo di bracciata. Può anche essere pilotato dall’allenatore, che può così dosare con certezza i tempi e le velocità di allenamento senza bisogno di guadare il cronometro o fare conti.

Il prodotto si chiama Virtual Trainer. Un sistema in grado di controllare, attraverso il PC, il telecomando in dotazione o lo Smartphone, una striscia di Led protetta da una guaina a tenuta d’acqua, di lunghezza pari a quella della vasca utilizzata per l’allenamento (da 25 e 50 metri).

La striscia, che può essere posizionata sul fondo della vasca oppure in superficie, in corrispondenza della corsia galleggiante, presenta uno spessore di soli 2,5 mm e non crea pertanto intralcio nelle operazioni di pulizia condotte con sistemi automatici. 

L’atleta, con ogni tipo di posizionamento della striscia luminosa in vasca, vede costantemente il flusso di luci e può facilmente rendersi conto in tempo reale se il ritmo che sta tenendo è coerente con quello programmato oppure se è in anticipo o in ritardo. 
L’approssimazione della percezione è inferiore al mezzo secondo e la luminosità dei Led utilizzati consente una perfetta visibilità in qualsiasi condizione di luce.

Il Virtual Trainer® è pensato per accompagnare l‘allenamento di più atleti contemporaneamente oppure di un singolo. Esistono infatti due versioni di software di controllo: quello multicolor, che prevede fino a sei colori differenti, per allenamenti contemporanei di più atleti nella stessa corsia, e quello monocolor, per nuotatori che abitualmente si allenano da soli.

Dettaglio, design e personalizzazione

Nata dalla visione imprenditorale innovativa e da un team di veri appassionati di piscine, questa azienda ha anche un'alta attenzione al dettaglio e al design: inserti in vetro, dettagli personalizzati su misura e sulle esigenze del cliente ne fannno una delle migliori soluzioni dall’uso domestico per una famiglia alle esigenze di una struttura turistica che voglia dare questo servizio ai propri clienti ma non voglia inquinare l’ambienete con una colata di cemento impossibile da rimuovere un domani.

I rivestimenti dell’acciaio sono una delle altre soluzioni tecnologiche sviluppate da loro: morbido come un tappetino, antiscivolo e sicuro il rivestimento è piacevole sia camminandoci sia sedendovici sopra, ha una manutenzione zero e una durata di vita altissima. 

Tecnologia Myrtha® , attenzione all'ambiente

Come sapete siamo sempre attenti all'ambiente e alla sostenibilità e delle aziende. La tecnologia Myrtha® di Piscine Castiglione, è evoluta, innovativa ma la soluzione più sostenibile.  

La quantità di energia necessaria a produrre i materiali utili a realizzare una vasca per piscina viene espressa come “impronta carbonica” (Carbon footprint), ossia la quantità di CO2 corrispondente all’energia necessaria per la produzione.  Secondo un’analisi eseguita per le diverse tecniche costruttive delle piscine (in calcestruzzo, con tecnologia Myrtha, o altri prefabbricati), la tecnologia Myrtha® risulta avere una “impronta carbonica” notevolmente inferiore rispetto ad una piscina tradizionale realizzata in calcestruzzo e piastrelle.

Il risparmio sulle emissioni dipende dalle dimensioni e dalle forme considerate, ma prendendo in analisi i classici esempi di piscine da competizione (50x25x2m e 25x25x2m) si riscontra un risparmio di circa il 50%. E’ anche grazie al ridotto impatto ambientale che Piscine Castiglione® - Myrtha Pools® contribuiscono a soddisfare i crediti LEED, lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità più diffuso al mondo. 

Spero di aver altre occasioni per testare  le nuove tecnologie e soluzioni che la Piscine Castiglione inventerà nei prossimi mesi, di certo c’è che ho sentito la differenza tra le loro vasche e quelle a cui sono abituato, e il nuoto controcorrente è stato veramente un'emozione che hai voglia di poter rivivere tutti i giorni.

+Turismo