+Turismo

L’Albania è un paese piccolo ma ha tante meraviglie naturali da offrire.


Mare, trekking, città storiche, qualsiasi sia il vostro tipo di vacanza in Albania troverete sicuramente qualcosa da fare o da vedere.

Terra delle Aquile

L’Albania è conosciuta da tutti come il Paese delle Aquile. Non basta però sapere che la bandiera ufficiale del Paese raffigura proprio un’aquila a due teste nera su sfondo rosso. Dietro questo nome c’e’ un’antica leggenda! La leggenda narra che mentre un giovane stava cacciando per le montagne, un’aquila volteggiava sopra di lui e si posò in cima ad una rupe. L’aquila aveva nel becco un serpente. Dopo un po’ l’aquila volò via dalla cresta dove aveva il nido. Il ragazzo allora si arrampicò sulla cima della rupe dove vide, nel nido, il cucciolo dell’aquila giocare con il serpente morto. Serpente che però non era morto. Era pronto a iniettare nell’aquilotto un veleno mortale. Velocemente, il giovane estrasse l’arco scoccò la freccia e uccise il serpente. Poi prese l’aquilotto e si avviò verso casa. Ma l’aquila se ne accorse e gli chiese “Perché rapisci mio figlio?” gridando forte. “Il piccolo è mio, perché l’ho salvato dal serpente che tu non avevi ucciso” rispose il ragazzo. “Restituiscimi mio figlio” disse il rapace “e io ti darò come ricompensa l’acutezza dei miei occhi e la potente forza delle mie ali. Tu diventerai invincibile e nel mio nome sarai osannato”. Così il giovane consegnò l’aquilotto. Quest’ultimo crebbe, e volava sempre sopra la testa del ragazzo, ormai un uomo pienamente cresciuto, che con il suo arco e frecce uccideva molte bestie selvatiche e ammazzava molti nemici. Durante tutte queste imprese, l’aquila, fedelmente lo guardava dall’alto e lo guidava. Sbalorditi dalle gesta del valoroso cacciatore, le genti di quella terra lo incoronarono re e lo chiamarono Shqipëtar che vuol dire figlio dell’aquila e il suo regno divenne conosciuto come Shqipëri o Paese delle Aquile.

Come raggiungere l’albania?

Scegliere l’Albania come prossima destinazione per le vostre vacanze è senza dubbio un'ottima idea, ma ci sono alcune cose da tenere in considerazione. Molti rinunciano a questa meta da sogno perché per raggiungerla bisogna prendere il traghetto. Raggiungere l’Albania in traghetto è molto facile e sopratutto comodo! Una serie di linee dirette collegano costantemente (specie nella stagione estiva) le nostre coste a quelle albanesi.
Traghetti giornalieri partono dai porti di Ancona, Bari e Brindisi, per giungere dall’altra sponda dell’Adriatico in poco meno di 10 ore.

  • Ancona-Durazzo
  • Bari-Durazzo
  • Brindisi-Valona

Mare, città e storia

Scegliendo di andare via mare, potrete imbarcare la vostra macchina, evitando così di noleggiarne una in loco. Una volta sbarcati a Durazzo, il paese assume i toni di un paese ricco di varie sfumature etniche e geografiche. Un paese tutto da scoprire! Durazzo vi lascerà sorpresi, il suo porto fantasma accoglie solo traghetti e il resto dei cantieri navali sono stati smantellati tutti negli anni 90. In centro città potete passare a visitare l’area archeologica di epoca greco-romana, dove si trova il più grande anfiteatro dei Balcani(15.000 spettatori) e poi continuate a viaggiare! Scendendo verso sud inizia il litorale albanese, il cui tratto più spettacolare è tra Valona e Saranda. La costa albanese è un sogno!

Da Valona è possibile imboccare la via che corre parallela al mare, sicuramente più tortuosa ma spettacolare! Arrivati al Passo Llogara fermatevi per vedere la costa in tutta la sua bellezza!

Porto Palermo è un vero angolo di paradiso!
Scendendo ancora più giù, si arriva a Saranda, cittadina balneare. Da qui ci si può imbarcare, infatti, direttamente per Corfù se volete aggiungere la Grecia al vostro viaggio. La cosa più interessante di Saranda è la sua storia!
A pochi chilometri dal centro città si trova, infatti, Butrinto, grandioso sito archeologico tutelato dall’UNESCO. Enea, si dice, sbarcò a Butrinto dopo la distruzione di Troia. I reperti archeologici più antichi risalgono ad un periodo compreso tra il X e l’VIII sec. a.c. L’insediamento originale probabilmente era fondato sul commercio con Corfù ed era caratterizzato da una fortezza ed un santuario. Butrinto ha sempre avuto una posizione strategica poiché si affaccia sullo stretto di Corfù.

Questi sono alcune delle cose che potete fare in Albania, noi ve la consigliamo come meta delle prossime vacanze!

+Turismo