+Turismo

Tornare a casa è difficile dopo un’esperienza così in giro tra l’Emilia Romagna e la Toscana a conoscere strutture che accettano gli animali: sono un cane felice, ma stavo meglio sui prati che a casa! 


Siamo appena tornati dalla mia prima missione come Travel Dogger girando per la Toscana e l'Emilia Romagna in valli incantate tra selvaggina, castelli, prati verdi e boschi.

La caratteristica principale di questo viaggio era la ricerca del relax: vengo da un periodo stressante e i miei padroni hanno pensato che un pò di vacanza spensierata mi avrebbe fatto molto bene. E hanno scelto le location giuste, ho incontrato persone fantastiche ed è stato davvero un piacere scoprire tante novità! La prima è che non devo dormire sul letto abbracciato a Marinella: non l’ho presa benissimo ma l’ho capito subito.

Emilia Romagna: relax, natura, oasi e buon cibo

Appena arrivati a Sambuceto da Valeria e Giorgio a Tolasudolsa il messaggio era chiaro: un mio telo ai piedi del letto e il mio cuscino preferito significa che si dorme sul pavimento. 

Questa la prima regola di ogni struttura, strutture gestite da personale eroico come Valeria: quando ha confessato di essere allergica ai cani ma di aver scelto di ospitare ugualmente per amore dei quadrupedi mi sono commosso ;-)
E qui è un bel paradiso: trascinando Marinella ho incontrato ben due daini, ho visitato l’oasi del WWF dei Ghirardi e visitato i miei primi due castelli. Interessante la zona del progetto Love Taro & Ceno, i miei padroni hanno detto che vogliono aiutare l’ente a valorizzare il territorio e portare più turisti, e posso dire che ne vale davvero la pena: silenzio impagabile e...  cibo buono!

Qui vicino infatti vi consigliamo il Cielo di Strela, che anche questa volta ci ha organizzato un’esperienza unica ma ripetibile con una selezione dei piatti migliori dell chef Mario Marini e un assaggio di un culatello indimenticabile!

Una pausa qui era d’obbligo anche per scoprire lo Yurta Camp a Cà Cigolara dove vengono i ragazzi dei Campi Estivi del WWF a provare l’emozione di dormire in una tenda Yurta proveniente direttamente dalla Mongolia.

Una bella mattinata alla scoperta del territorio per poi ripartire a festeggiare il primo 40 anni del nostro capo e responsabile editoriale Marinella!

Toscana

E arriviamo cosi qui, al Casale Le Torri, anche questo come Tolasudolsa una struttura iscritta al circuito i Luoghi di Piuturismo, una di quelle che ha dimostrato un’eccellente gestione della sostenibilità.
Qui inoltre è stato fatto valore anche dello spazio vitale per noi quadrupedi con stanze dotate di tappetino e ciotole, biscottini di benvenuto anche per noi e spazi esterni con piccolo giardino in cui riposare al sole ai piedi dei nostri bipedi accompagnatori.
Ad accogliervi, oltre che del personale gentilissimo, una paio di gatti molto socievoli con i bipedi ma un po’ schivi con me: intrattengono gli ospiti durante le fasi di check in e check out facendo fusa e pretendendo coccole, li ho un po’ invidiati, appena riesco a scrivere da solo gli mando il mio curriculum per farmi assumere, nel frattempo faccio esperienza ;-)

Qui anche la splendida piscina incastonata in un’area verde protetta regala momenti molto belli, con le sue cascate d’acqua e il cielo pieno di volatili di ogni tipo garantisce il dovuto relax ad un cane come me che da 7 anni non si prendeva una dignitosa vacanza!  

I due bipedi dotati di gps hanno anche individuato, proprio lì vicino, un'enoteca con chef toscano "Enoteca Le Melorie" che ci ha preparato una fiorentina da lasciare senza fiato. Ottimi anche i taglieri e la pasta con i pici che ci ha commosso per la sua bontà.
Qui vicino e con una bella camminata lungo i sentieri di terra battuta che circondano la proprietà è possibile raggiungere l'Agriturismo Spazzavento i suoi vigneti gestiti a mano e il suo fantastico vino! Il mio voto è 10 ad entrambe le realtà, una gestita da una coppia di amici e molto intima e immersa nel verde, l’altra una realtà alberghiera con piscina e tutto il necessario per una pausa di relax, entrambe due strutture in cui i quadrupedi sono benvenuti, coccolati ed apprezzati, una cosa che mi fa molto felice aver scoperto.
Il viaggio è appena iniziato, dopo un’ottima cena nel ristorante del Casale si preparano i bagagli, si accende il gps e ci si prepara per il prossimo resort, andiamo verso la campagna Senese a immergerci nella pace e nella tranquillità di Le Pici, ma ve lo racconto la prossima volta!  

Mappa

+Turismo