+Turismo

Scaldare qualunque ambiente con energia a basso impatto ambientale, senza fumi né ceneri e con ottima resa? È possibile con inCamino.


Come combustibile, inCamino utilizza il bioetanolo ricavato dalla canna da zucchero, la quale non è presente nel borsino alimentare.

La performance è davvero interessante: il bioetanolo bruciato puro sprigiona il 100% in potenza, inCamino è quindi in grado di riscaldare molto velocemente, in economia ed ecologicamente l’ambiente e, una volta caricato, genera 6 ore di caldo puro.

InCamino ha fatto testare la combustione e i suoi eventuali effetti nocivi al Politecnico di Milano: l’assenza di CO (monossido di Carbonio) ne permette l’utilizzo senza opere murarie, e la CO2 che produce è la stessa quantità che la pianta ha assorbito crescendo. Il bioetanolo si può quindi definire un combustibile a somma zero, ecologicamente sostenibile.

Per esempio, un appartamento di 60 mq a 8° (freddo) lo si porta a 23° in circa 4 ore. Ma inCamino funziona molto bene anche in ambienti decisamente più grandi. Inoltre, è senza canna fumaria e trasportabile: bastano 5-10 minuti per smontarlo e rimontarlo da un posto all’altro.

I modelli inCamino sono anche un elemento di arredo di alto valore, totalmente personalizzabile, secondo l’ambiente o il gusto personale. Così ci sono anche strutture esteticamente belle da vedere entro cui far funzionare i focolari, che si possono comunque inserire in un camino pre-esistente.

+Turismo