+Turismo

Qualche regola per essere un vero turista responsabile!


Il decalogo del turista responsabile!

Partendo dalla nostra definizione di Ecoturismo in questo articolo vogliamo darvi alcuni consigli per essere un vero Ecoturista, sono il nostro modo di vivere il turismo, il nostro modo di raccontarlo e lo spirito costruttivo con cui viaggiamo ogni giorno.

1. Prima della partenza informati sul luogo in cui andrai.

Scopri prima usanze, storia e consumi e rispettali una volta sul posto. Conoscere il territorio, le sue specificità, andarne a cercare gli angoli nascosti è uno dei motivi per cui è nato Piuturismo. Cerca informazioni relative alla zona in cui devi andare e verifica quali sport puoi fare, quali luoghi interessanti, parchi nazionali o Oasi del WWF ci sono nei dintorni, quali punti di interesse e centri benessere (se cerchi un po' di relax) puoi trovare. 
Se viaggi all’estero consulta sempre le informazioni legali inerenti quel territorio: esistono apposite guide e siti dedicati a informare il turista su dettagli indispensabili da sapere in viaggio. Informati su vaccinazioni o rischi legati al territorio per godere appieno della tua esperienza. Puoi trovare molte di queste informazioni sul sito di NetGlobers.

2. Ricerca strutture ricettive impegnate nella riduzione dell’impatto ambientale, nell’uso di energie alternative e nella promozione del territorio.

Il nostro motore di ricerca propone le destinazioni con una priorità data dalla maggiore o minore adesione al protocollo base e al protocollo avanzato di Piuturismo. Senza alcun costo le strutture si profilano e identificano i loro valori fondamentali e il loro impegno. Questo consente di scegliere e premiare quelle più impegnate, dando loro maggior visibilità e garantisce un turismo più consapevole e attento. Questo obbliga tutte le strutture che non hanno avuto modo di mettere in atto buone pratiche a sensibilizzarsi e a impegnarsi al massimo per raggiungere il livello ecosostenibile dei propri colleghi.

3. Utilizza mezzi di trasporto ecologici, sia per raggiungere il luogo della tua vacanze che durante il soggiorno. 

Oltre alla convenzione con oltre 100 strutture del 10% di sconto stimoliamo (grazie alla partnership con ItaloTreno) l’uso del treno invece dell’auto per i nostri turisti: prenota Italo con uno sconto del 5% sui tuoi biglietti quando raggiungi una nostra struttura, usa il car sharing (qui un articolo con alcune informazioni sui principali circuiti) e sul posto bike sharing e mezzi pubblici. 

4. Riduci i rifiuti e usa la raccolta differenziata per smaltirli.

Produci meno rifiuti possibili e lascia meno tracce possibili del tuo passaggio, soprattutto durante le escursioni (riporta indietro tutto). Anche se di materiale riciclabile, non abbandonare nulla, se sei un fumatore ricordati di staccare la punta della sigaretta (assicurandoti che sia spenta) e porta indietro con te il filtro. Molti non ci pensano, ma carta e tabacco sono biodegradabili, il filtro farà brutta mostra di sé (ricordando il tuo passaggio) per molti mesi a milioni di persone. Preferisci la plastica (pet) al vetro, è più leggera e più velocemente bio degradabile, porta sempre con te un sacchetto in cui riporre (e far riporre a tutti) quanto c’è da buttare e portalo indietro con te.  

5. Risparmia energia adottando piccoli accorgimenti.

Adottando sempre piccole e semplici regole, sia in viaggio che a casa, risparmierai energia. Non lasciare accese le luci se non necessario. Prima di uscire dalla stanza, ad esempio, accertati di aver spento tutte le luci.

6. Valorizza il territorio: privilegia l’acquisto di prodotti artigianali locali e delle specialità enogastronomiche locali.

Scopri il territorio, oltre che per il panorama, anche attraverso i sapori. Non c’è regalo più bello, al ritorno da un viaggio, di ripercorrere sensazioni e profumi di quanto vissuto, meglio tornare a casa con un prodotto locale che con un gadget non prodotto sul territorio. Accertati sempre della autenticità dei prodotti. 

7. Risparmia acqua adottando piccoli accorgimenti nella struttura ricettiva in cui ti trovi.

Tieni sempre presente che non è necessario (anche se la struttura lo offre come servizio) cambiare ogni giorno biancheria e asciugamani. 

8. Rispetta la natura.

Se visiti parchi od oasi protette : rispetta il luogo, evita rumori molesti, non sporcare fiumi o corsi d’acqua, arriva in macchina solo fin dove necessario, rispetta il regolamento del parco.
Sono tutte informazioni che trovi all’entrata e che è sempre opportuno leggere. 

9. Fatti accompagnare da guide locali e informa sempre qualcuno dei tuoi movimenti.

Quando possibile, chiedi sempre l’accompagnamento delle guide locali: non solo conoscono i territori, ma sono anche in grado di farci notare e vedere centinaia di migliaia di cose che non siamo abituati a notare, dalle impronte di un cervo in una pozza d’acqua, alla marmotta di fronte a noi. E’ un motivo in più per fare escursione in compagnia. Se ti muovi in coppia, o da solo, avvisa sempre qualcuno dell’orario previsto del tuo ritorno e della tua destinazione, verifica sempre di avere con te acqua a sufficienza e cibo leggero e ad alto contenuto energetico (come frutta secca, semi di girasole, semi di zucca, datteri). Se vai in zone impervie verifica di avere un adatto mezzo di comunicazione (non sempre il cellulare funziona) e se vai sulla neve o fuori dalle piste turistiche, oltre a una mappa dettagliata, una bussola e una radio a breve medio raggio dotato di un Arva, indispensabile a salvarti la vita in caso di problemi. Portati un coltellino a serramanico o un coltello multiuso, possono sempre servire. 

E se vuoi risparmiare ma non rinunciare ad una guida locale in alcune città trovi il tour sharing, verifica tutte le informazioni locali.

10. Whalewatching/Birdwatching

 Avvalorati sempre di personale specialistico sul posto: molte aree in Italia dove è possibile ammirare i cetacei sono aree protette e il personale che organizza i tour dispone di tecnologie per individuare i branchi quando presenti (quindi hanno molta più probabilità di successo di te) e sanno come avvicinarsi a loro senza arrecare danno, creare stress o pericolo. Stiamo contribuendo alla loro estinzione, se come noi li ami adottane uno!

Per il birdwhatching vale la regola che abitudini, usi, tane e punti di volo sono sempre ben noti ai locali e quindi (oltre ad avere la certezza di riconoscerne razza e specificità e ad avere spiegazioni ulteriori spesso interessanti), come per balene e delfini, è ben più probabile vederne di più, in più luoghi e in maggior sicurezza con il loro supporto piuttosto che da soli.

L’ecoturista scopre il territorio che lo circonda, è alla ricerca di esperienza e di contatto con la natura e il luogo in cui si trova.  Su Piuturismo trovi diversi itinerari che possono ispirarti e portarti alla scoperta del nostro paese.

E tu che turista sei?

Se sei mondano e cerchi eventi green in Italia e nel mondo consulta la nostra mappa e il nostro calendario. Se sei uno sportivo ti consigliamo il nostro decalogo per un turismo sportivo ecologico e sostenibile e la nostra guida allo SmartFitness

Se ti vuoi rilassare e ami le terme e il benessere. Per noi anche il benessere è eco e ti proponiamo un articolo sulle terme italiane.

Sei un delfino e ami il mare? Gli amici di Trippando hanno creato un elenco delle 50 spiagge più belle d’Italia, ci siamo anche noi con il nostro suggerimento… green :-)  
Diffondi e invoglia gli altri e essere ecoturisti. Racconta i tuoi viaggi e i luoghi che hai visitato, fai conoscere le meraviglie del nostro Paese. 

+Turismo