+Turismo

Una rocca antica, una chiesetta, uno sperone di roccia che si specchia nel lago e si staglia contro il cielo: se vi piacciono immagini mozzafiato, luoghi inconsueti seppur vicini, ricchi di storia ma anche di divertimento, Castelveccana, con la romantica e suggestiva frazione di Caldè, sono la meta che fa per voi e verso la quale potete dirigervi in questo week-end del primo maggio.


Tre sono i percorsi, facili e adatti a tutti, quindi ideali anche per famigliole con bambini, che vi segnaliamo. Il primo si snoda partendo dalla spiaggia delle Fornaci, e, dopo aver attraversato con un comodo sentiero le pendici tappezzate di boschi secolari, conduce alla chiesetta di Santa Veronica la cui facciata, arricchita da profonde arcate, offre scorci davvero incantevoli. Di origine romanica, è stata rifatta qualche secolo dopo, per volere di Carlo Borromeo, mentre il portico è stato ultimato nel 1946, in occasione della visita pastorale del Cardinale Schuster. Anticamente era una pertinenza del Castello, situato nella parte più alta della montagna e andato distrutto a seguito dell’invasione degli Svizzeri nel 1513. Il luogo, oltre ad essere davvero bello, costituisce la meta ideale per un trekking di poco più di quaranta minuti, in grado di offre l’opportunità, a chi lo desidera, di riprendere il contatto diretto con la natura, interrotto nei mesi invernali. Proseguendo ancora, si giunge infine in vetta dove c’è il Faro, monumento ai caduti, e ci si può riposare ammirando uno dei più bei panorami del Lago Maggiore.

Il secondo percorso è quello che porta alle cascate della Froda, alte quasi 100 metri, formate dalle acque del monte Cuvignone che si gettano nel torrente Froda. Per raggiungerle si deve partire dalla frazione di Nasca. Per arrivare al sentiero per la cascata, si deve andare a Veccana, poi tra Portovaltravaglia e Caldè, si trova la svolta per Nasca. Arrivati in paese, si segue la strada per S. Antonio per circa 1 Km e infine si trova il cartello con l’indicazione cascata della Froda. Il tragitto è agevole e breve, immerso nella natura, facile e fattibile da chiunque.

Infine vi segnaliamo la frazione di Sarigo, un vero e proprio borgo d’arte fatto di case in pietra dove si trova l’originalissima abitazione del pittore Genesio Boldrini, interamente arabescata e decorata, la chiesa rinascimentale di San Genesio con i suoi bei dipinti e la chiesetta romanico-lombarda di San Giorgio, risalente alla prima metà del secolo XII, che conserva integri l’abside originaria e il campanile.

Per chi, tempo permettendo, desidera inaugurare la stagione dei bagni, segnaliamo alcune spiagge. La più famosa è la Spiaggia delle Fornaci ed è la preferita non solo perché è facile da raggiungere ma anche per il comodo e ampio parcheggio e perché, essendo a manutenzione comunale, è fornita di bar e chioschi e di un’area dove prendere il sole e fare bagni, raggiungibile attraverso un ponticello sul fiume Froda. Altre spiagge molto frequentate e amate dai turisti sono il Lido II e, proseguendo verso Laveno, la spiaggia Cinque arcate, entrambe balneabili.

Vi segnaliamo infine il Museo Etnografico situato accanto a Palazzo Comunale dove si può visitare una raccolta che riunisce le diverse testimonianze della storia della Valtravaglia.

Ed ecco il calendario dettagliato degli eventi previsti dal 28 aprile al 1 maggio nella frazione Caldè

- Sabato 28 Aprile: degustazione guidata di birre speciali (costo 14.00 €) per introdurre la cena (piatti tipici e grigliate) che sarà accompagnata dal concerto-spettacolo dei The-Connection.

- Domenica 29 Aprile: 20a "Camminata delle Frazioni", i  percorsi di 6,12,18 Km si snodano nelle pittoresche frazioni di Castelveccana lungo un percorso attraverso boschi e borghi caratteristici. Ritrovo in piazza Lago a Caldè, partenza ore 8.00. Dalle 10.00 apertura stand gastronomico con musica dal vivo.

- Lunedì 30 Aprile: dalle 18:30 cena con polenta, baccalà, grigliate, piatti di selvaggina ed altro ancora; inizio concerto "The Acousticom Band" alle ore 20:00.

- Martedì 1 Maggio: trippata, sul palco musica dei Beatles con i "Tribeatles".


 

+Turismo