+Turismo

Itinerari, luoghi ed eventi da non perdere


La primavera è la stagione ideale per un soggiorno a Lana e dintorni: la fioritura dei meli trasforma il paesaggio in un tappeto rosa e bianco e l’aria si impregna di una dolce fragranza (Lana è il paese più grande d’Europa per estensione di meleti). Le chiome degli alberi assumono il colore tipico di questa stagione, il verde brillante della natura che si risveglia con prepotenza dalla pausa invernale e i corsi d’acqua gorgogliano rumorosamente per l’abbondanza di acqua che deriva dallo sciogliersi delle nevi.

Situati nel cuore della Valle dell’Adige, Lana e i suoi dintorni godono di una posizione privilegiata, sia dal punto di vista climatico sia da quello escursionistico. Il clima è particolarmente favorevole e la vegetazione, un caratteristico mix tra piante mediterranee e alpine, cresce rigogliosa. Betulle nordiche, rododendri e pini mughi convivono, infatti, naturalmente con palme, magnolie, castagni, ulivi e frutta esotica. Il clima è ideale anche per le orchidee del Raffeiner Orchideenwelt, una piccola oasi tropicale con sede a Gargazzone, paese dei dintorni di Lana.

È un parco tematico unico in tutta Europa perché delle oltre 30.000 varietà di orchidee ne sono state selezionate 150, sulla base della particolarità. Il parco ospita anche una voliera con pappagalli Lori, centinaia di carpe Koi che nuotano nello stagno insieme alle tartarughe e un parco giochi per bambini. L’intero territorio inoltre è il punto di partenza ideale per innumerevoli escursioni e tour in bicicletta alla scoperta dell’Alto Adige.
Le possibilità sono davvero molte: dalla passeggiata della gola di Lana lungo il torrente montano Valsura, ai facili sentieri tematici e lungo le antiche rogge (i Waalwege Brandis e di Marlengo) che si snodano a mezza costa, oppure l’Alta Via di Merano, uno degli itinerari più affascinanti delle Alpi che in quasi cento chilometri compie il periplo del Parco Naturale del Gruppo di Tessa.

I 7 Giardini della tenuta Kränzelhof di Cermes meritano senza dubbio una visita in primavera, stagione nella quale mostrano tutta la loro bellezza. Il grande parco di 20.000 metri quadrati con un labirinto fatto di viti al centro e paesaggi acquatici è anche ricco di attrazioni artistiche ed esempi di architettura del paesaggio. Lo spettacolo che offre il belvedere “Knottnkino” in primavera è impareggiabile: la funivia di Postal ai piedi del Monte Monzoccolo consente di salire fino a Verano per raggiungere, dopo una camminata, questo grande cinema all’aperto in cui sedersi ad ammirare lo spettacolo delle montagne del Parco Naturale del Gruppo di Tessa, delle Dolomiti, del Monte Penegal e dei paesi della Val d’Adige in fiore. Sempre a Gargazzone, da sabato 19 maggio apre la piscina naturale pubblica dotata di un sistema di depurazione delle acque generato dalle piante, privo di sostanze chimiche, che, fin tanto che la temperatura dell’acqua non raggiunge il livello adeguato a fare il bagno, rappresenta un’oasi di relax in cui prendere il sole e trascorrere delle ore piacevoli in compagnia.

Quando

La primavera a Lana e dintorni offre anche una serie di eventi dedicati alla gastronomia, alla musica e alla cultura, come le settimane gastronomiche delle erbe selvatiche (Erbe selvatiche. Sane e genuine) dal 26 aprile al 27 maggio, Lana Meets Jazz dal 30 aprile al 6 maggio e LanaLive, dal 24 maggio al 3 giugno, periodo in cui Lana si trasformerà nella capitale della musica e della cultura in Alto Adige, con eventi musicali, culturali, proiezioni di film e varie forme d’arte. 

+Turismo