+Turismo

Saremo a Napoli all' Università degli studi di Napoli "Suor Orsola Benincasa" a presentare Piuturismo e il progetto della mappatura del territorio, #mappiamolitalia che abbiamo sviluppato con nostre risorse fino ad oggi: vogliamo farlo crescere!


L’invito a partecipare al contest arriva da Napoli, città che amo molto e che ospita sia la nostra redazione locale, Econote, che Seedup, un acceleratore d’impresa composto da un team di investitori alla ricerca di progetti innovativi e idee da sviluppare e finanziare.
E’ così che abbiamo deciso di presentare #mappiamolitalia che ci ha permesso ad oggi di avere la più grande e diffusa mappatura Italiana (e non solo) del meglio dell’ecoturismo.

Perché partecipare a Seedup?

Perché è il miglior modo per fare rete, potendo presentare il progetto non solo a loro ma alla platea di investitori ed esperti che darà vita alla giuria e al pubblico in sala che giudicherà gli 8 finalisti, un’ottima scusa per andare a raccontare e spiegare ad esperti come abbiamo messo insieme il progetto e lo sviluppo della mappa. L’idea è quella di estendere sia il gruppo di soci e di persone coinvolte nel progetto societari sia di iniziare a concretizzare operatività e attività di redazioni locali sul territorio che possano avere rapporti diretti con le strutture e le amministrazioni locali estendendo la mappatura locale, da una parte, e proponendo i servizi e le soluzioni di piuturismo per le aziende dall’altra. Contrariamente ad altri player di settore

Piuturismo non ha grandi investitori alle spalle, tanto meno si avvale di advertising e sponsorizzazioni per ottenere visite al sito: abbiamo da sempre puntato sui contenuti, sul censimento del territorio e sui contenuti che il territorio stesso veicola e racconta, ottenendo ottimi risultati in termini di visite e di crescita della community.
L’esperimento di piccola azienda partecipata da un gruppo di donne è così decollato e ha permesso questo sviluppo, per noi iniziale, di una piattaforma in grado di fornire vari servizi.

Dematerializzare le brochure

Il primo scopo del progetto di mappatura è proprio quello di diminuire e minimizzare l’utilizzo di carta stampata e di materiale cartaceo promozionale: sia la diminuzione degli APT che un generale problema di fondi rende difficile produrre e distribuire attivamente su tutto il territorio e 24 ore al giorno il cartaceo.
Cosa del tutto diversa di ciò che avviene con il contenuto digitale: qualsiasi turista può connettersi alla rete wifi locale, sia del comune che quella degli esercenti, ed avere immediatamente accesso alle informazioni inerenti il territorio, cosa fare e cosa scoprire senza installare nessuna app.
E’ difficile, se non impossibile tradurre in termini economici il risultato di un piccolo investimento che aiuta le aziende ad avvalersi di internet e di un’interfaccia semplice per immettere quelle informazioni che la aiuteranno a disintermediare, eliminando la dipendenza dalla carta, dalla stampa e dal grande lavoro di design obbligato nelle presentazioni cartacee.
E’ così che vorremmo uscire il 15 con il premio più importante, ovvero quello di avviare una mappatura locale (che inizieremo a fare noi nei giorni successivi, che trascorreremo sul territorio ospiti di una delle nostre strutture “I luoghi di PiuTurismo” , provando anche a vincere il primo premio come progetto da accelerare e da far crescere, anche se a piccoli passi possiamo dire che qualcosa abbiamo fatto.
E quindi un invito a tutti quelli che sono sul territorio a venirci a trovare e a partecipare all’evento, che avrà inizio Venerd’ 15.12 alle 15.30.

Sarà un piacere incontrarvi di persona ad avervi presenti all’evento, Marinella sarà sul palco a raccontare il progetto e io nel gruppo di lavoro a cui ho dato la mia disponibilità.

La mappa

+Turismo