+Turismo

CAMPITELLO MATESE. Si apre il Festival della Montagna di Campitello Matese e, la prima giornata nonostante, le temperature non estive, il vento inclemente, che avevano fatto presagire una scarsa affluenza, è stata un incredibile riscoperta del Campitello di una volta. 


CAMPITELLO MATESE (CAMPOBASSO) - Panorami mozzafiato da godersi anche in estate a Campitello Matese - meta turistica dell'Appennino ambita nella stagione invernale dagli appassionati di sci e montagna - soprattutto durante il Primo Festival della Montagna. Il 12 agosto prima delle tre giornate tematiche, 'Via del Latte', volte alla scoperta delle antiche tradizioni del Matese e della biodiversità del territorio, senza dimenticare la valorizzazione culturale. Partiti dalla Piazza di Campitello si è giunti dopo una camminata di circa 2 chilometri in località Capo D'Acqua per una lezione sulla corretta alimentazione, una lezione pratica sulla trasformazione del latte, seguita da degustazione, una relazione sul paesaggio a cura di esperti e pastori. Il 13 agosto seconda giornata a tema: 'Montagna, terapia di benessere'. Quindi, una passeggiata naturalistica a cura dell'Unimol con il professor Nicola Prozzo, una sezione di olistica a cura di Manuela Forte, laboratori sensoriali. Il 14 il tema è 'Mountain Sport, montagna e sport connubio ideale', con trekking, anche a cavallo, tiro con l'arco, mountain bike, aquiloni acrobatici, oltre al teatro satirico serale a cura di Marco Caldoro. Il festival vivrà poi una seconda fase tra 15-16, 26-27 agosto: artisti di strada e cabaret comico nella 'Giornata del Sorriso', con Borsalino e Monsieur David, Lenny show. Concerto di musica classica nel bosco di pietra a cura di Federico Valerio nella 'Giornata della Cultura'. Volo e aeromodelli nella 'Giornata del Volo'. 

Centinaia di persone, armate di zaino in spalla, hanno letteralmente invaso il pianoro per l’evento di apertura del Festival , e, partecipare alle vie del latte.

Partiti , come da programma, dalla Piazza di Campitello, si è giunti dopo una camminata di circa 2 km. alla loc.tà Capodacqua dove, grazie all’instancabile lavoro dell’Amministrazione, della Proloco, e della famiglia Masucci, dopo aver incontrato centinaia di Mucche e Tori di ogni razza, si è partecipati alla lezione di nutrizione a cura del dott. Marco Tagliaferri ed alla dimostrazione / degustazione di prodotti caseari a km. 0.

Mamme, padri, bambini, amanti della montagna e semplici curiosi, hanno potuto ammirare un territorio di bellezza impari ed apprezzare quanto di bello ha fornito la giornata .

Bambini alle prese con la pasta ad impastare e realizzare le scamorze che poi hanno degustato, lezioni di alimentazione, relazione sul paesaggio a cura di esperti e di pastori , esperienza sul campo e tantissima partecipazione attiva da suscitare un vero e proprio plauso da tutti e un vero ritorno ad una Campitello di altri tempi dove, il turista, viveva l’esperienza di una località unica al Mondo.

Un coinvolgimento che vedrà la festa svolgersi in più giorni, proprio dal 12 e sino al 16 per poi terminare il 26 con il grande raduno, ormai appuntamento fisso, di aeromodellismo.

Un programma che è plaudito dal basso e che è stato sposato da una politica che sé più attenta, darebbe il proprio contributo per la rinascita di un Molise ormai allo stremo.

Il turismo esperenziale, un turismo fatto di piccole ma grandi cose, per un ritorno ad essere sempre e comunque #orgogliosamentemolisani. Non a caso lo slogan del Festival della Montagna ha visto coniare lo slogan #orgogliosamentematesini.

Il Molise della programmazione e dell’inventiva che batte il Molise di una politica che ha dimenticato la vera possibilità per rinascere e per evitare che anche Campitello finisca nel dimenticatoio e nelle schede vuote di enti ed agenzie di promozione.

A tal proposito c’è da plaudire l’amministrazione Leggieri che da subito, con la collaborazione dei Borghi d’Eccellenza e della Salute, ha inteso intraprendere la strada di una rinascita e di un attento bisogno di innovazione nella tradizione.

Il programma, ricco e variegato, vede impegnati musicisti, attori, professionisti e tantissime associazioni.

Il 13 agosto vedrà impegnato l’Unimol con il prof. Nicola Prozzo per una passeggiata naturalistica, una sezione di olistica a cura di Manuela Forte, degustazione serale di cavatelli ed orapi e con della musica garganica.

Il 14 agosto si terrà la giornata dello sport con spettacolo di teatro satirico serale a cura di Marco Caldoro.

Il 15 agosto la giornata vedrà impegnati artisti di strada e comici quali Borsalino e Monsieur David, Lenny show per concludere, prima dell’evento del 25 e 26 agosto inerente il volo e gli aeromodelli, con una giornata, il 16 agosto, dedicata alla cultura ed alla musica classica con il concerto nel bosco di pietra a cura di Federico Valerio.

Noi ci crediamo anche perché, finalmente, c’è stata sinergia tra le associazioni del luogo, oltre proloco , Cai, Aege, Borghi della Salute, la Pro Campitello Matese, associazione dei residenti, ha inteso intraprendere una fattiva collaborazione per un vero rilancio della stazione di Campitello. Un grazie anche alla neonata società di gestione degli impianti che terrà aperte le seggiovie.

Non ci resta che apettarvi numerosi ed augurarvi… buonCampitelloMatese !

+Turismo