+Turismo

Una giornata a Verona a Cosmobike a scoprire tutte le novità sulla bicicletta.


Un'intera giornata nel "regno" delle bici. Un giorno a Verona, alla fiera CosmobikeShow, dedicata proprio alla bicicletta.  Alle bici, a tutti i suoi accessori e al turismo collegato a questo mondo.

Tantissimi modelli ognuno con la sua carratteristica a particolarità, attenzione agli accessori che compongono la bicicletta e tanta passione. Questi gli ingedienti che ho visto in questa giornata. Seguo questo evento da anni ma non avevo mai avuto modo di parteciparvi. Ultimamente la passione della bicicletta è aumentata e forse questo è stato propio il momento giusto per partecipare con attenzione e interesse a questo evento.

Vivo vicino alla Ciclabile della Martesana, e nei miei tantissimi viaggi ho avuto modo di provare diverse ciclabili ( Dobbiaco, Valsugana, Alto Adige). Ritengo che la bici sia un modo perfetto per vivere certi luoghi  il perfetto "mezzo green" che ti fa conoscere angoli nascosti, luoghi in cui normalmente non arriveresti in macchina. Ti perfette di fermarti quando vuoi, rallentare, prendere i tuoi tempi e ripartire. Non immaginavo, o meglio immaginavo, ma non avevo mai toccato con mano il mondo di appassionati, di prodotti, di attività che ci ruotasse intorno. 

E così entusiasta sono andata a Cosmo Bike Show, la fiera della bici di Verona e m isono immersa in questo mondo fatto di telai, selle, ruote, bici di ogni tipo e modello, tutine, caschi ect ect. Ho avuto modo di provare alcune bici e di soffermarmi in alcuni stand, incuriosita e pronta a fare mille domande.

Sunstar

Il primo stand dove ci siamo fermati e dove abbiamo provato subito una bicicletta.Sunstar ci ha fatto provare la bicicletta a pedalata assistita e sul motore Sunstar. Una bicicletta elettrica (e-bike) a pedalata assistita coniuga il piacere della pedalata a uno sforzo muscolare minore. Grazie al motore elettrico, la bicicletta a pedalata assistita consente di mantenere una velocità di crociera più elevata e costante, ampliando il raggio della mobilità personale. Io l'ho provata diverse volte e credo sia comodissima, in città; sopratutto in quelle città come Saluzzo o Perugia che hanno tante salite e una bici cosi aiuta molto e perfette di vivere in bicicletta anche questo tipo di città. Sunstar propone delle sue biciclette ma ha anche una Kit che si può applicare a qualsiasi altra bici.

Il kit SUNSTAR iBike può essere montato sulla vostra bicicletta o comunque su una bici che già avete o volete acquistare. Semplice, leggero e adattabile alla quasi totalità dei telai standard. Ecco alcuni vantaggi:

  • La maggiore velocità di crociera consente di coprire distanze più lunghe e giungere a destinazione più rapidamente
  • La pedalata assistita rende meno ardue le salite
  • Una e-Bike a pedalata assistita ha libero accesso alle zone a traffico limitato
  • La e-Bike permette di ampliare l’accesso a mezzi di trasporto pubblici
  • Il minor dispendio di energia consente di giungere sul luogo di lavoro e agli appuntamenti freschi e con l’abbigliamento in ordine

Essendo comunque necessario pedalare, la bicicletta elettrica a pedalata assistita aiuta a tenersi in forma con uno stile di vita attivo. Quindi non pensate di non dover pedalare!
È una bicicletta equipaggiata con un motore elettrico che si attiva per assistere la pedalata e ridurre lo sforzo. L’assistenza del motore elettrico si interrompe quando si superano i 25 km/h, cosicché la normativa europea equipara la bicicletta elettrica alla normale bicicletta. Di conseguenza, la bicicletta a pedalata assistita non ha alcun obbligo di assicurazione, bollo, patente, etc.

TerzaRossa

Altra bici che ho provato prima di entrare a visitare i vari stand è stata la Terza Rossa. Sapete perchè si chiama cosi?  TERZAROSSA è una giovane azienda bolognese che nasce dall'iniziativa di un gruppo di amici e imprenditori appassionati di biking, velocità, motori e tecnologia sostenibile. E dopo la "rossa" Ferrari e la "rossa" Ducati in Emilia Romagna ecco la terza "rossa" :-)
Il team si mette all'opera e il progetto - dopo mesi di ricerca, lavoro e test - nel 2015 diventa realtà. Così nasce TERZAROSSA GP380, la prima Electric Bike Cross per godere anche in salita! E nel 2016 arriva la novità eEnduro. la bici a doppia pelle: elettrica e muscolare. Non vi resta che provarla!

KTM

Entrati all'interno della fiera tantissimi gli stand che davano nell'occhio e che ci hanno attirato. La prima tappa è stato il  mondo di KTM, uno stand enorme con i colori emblema dell’azienda.

Enormi cartelloni con splendide immagini e tantissime bici di ogni tipo. KTM inizia a progettare le sue bici ben più di cinquanta anni fa. E ultimamente arriva anche alla  MTB con dei modelli stupendi! La cosa che mi ha colpito e che anche loro si sono spostati verso le bici elettriche e a pedalata assistita, che da quello che ho notato in fiera è il futuro. Buona parte delle aziende avevano anche nella loro gamma di bici quelle elettriche e a pedalata assistita. 

Shimano

Un'altra azienda leader nel settore incontrata in fiera, è Shimano. Chi non li conosce? E il loro stand molto scenografico e ci si perde osservano selle, ruote, manubri e abbigliamento. Ed è proprio qui che va la mia attenzione. Parlando con loro mi raccontano della nuova linea Strongher, interamente dedicata alle donne! Scopro cosi un intero mondo fatto di donne che condividono la passione per la pedalata... forse mi aggiungerò a breve anche io? :-) 

Sapete che Shimano, oltre a essere una tra le migliori aziende produttrici di biciclette, è stata la prima a creare abbigliamento ciclistico al femminile già 10 anni fa!? Peccato che le donne presenti ni fiera erano molto poche. Mi rendo conto che questo mondo è prettamente femminile... o forse si sta aprendo solo ora alle donne e sta prendendo sempre più piede anche tra loro?

Wilier Triestina, Colnago e De Rosa

Una delle cose che noto sempre ad un evento o una fiera dove ci sono diversi produttori/espositori e cercare i prodotti Italiani. Abbiamo tante eccellenze che spesso non si conoscono.

Una delle bici che più mi ha colpito è stata la Wilier Triestina. Per i suoi colori e la sua perfezioni. La sua punta di diamante? Questa azienda ha raggiunto la massima evoluzione nella produzione dei telai in carbonio, dando libero spazio al design e alla creatività. E se osservate le loro bici .. si vede!  Sono stata li ad osservare ogni dettaglio e particolarità. Una delle ultime novità è una bici che monta telai in carbonio ultraleggeri prodotti con le tecnologie più innovative. L’innovazione dell’azienda è anche digitale. Con il motto "sceglia, crea e combina" il consumatore può customizzare la bici dei sogni scegliendo ogni parte e cambiando i colori disponibili, tenendo così sotto controllo il prezzo. 

Altre aziende che mi hanno colpito molto per la perfezione, l'attenzione al particolare e il design sono state sicuramente Colnago con sua lunghissima storia e De Rosa, un'azienda che non conoscevo che mi ha molto colpita, sopratutto per la disponibilità a raccontarci la loro storia e per l'elevato livello di design nelle loro bici. Stupend,e particolari e impossible  

Wayel

Infine mi sono soffermata allo stand delle bici elettriche Wayel. Wayel è un’azienda italiana che dal 2007 si occupa di produrre bici elettriche a misura d’uomo,sisegnate e progettate in Italia. Non un’e-bike per tutti, ma una per ciascuno. E questo ci piace! La bici elettrica è perfetta per chi deve affrontare lunghi spostamenti tutti i giorni. Wayel ha pensato a un modello per ogni esigenza e occasione. Il consumo di energia elettrica in termini di spesa, corrisponde a 10 centesimi ogni 100 km circa. Niente se si aggiunge il fatto che l'impatto ambientale è nullo e permette di muoversi in città senza problemi anche su lunghi raggi. 

Tecnologie, innovazione e sicurezza

Uno stand che mi ha colpito molto è stato quello di MFI My Future Innovation. Perchè? Dopo tante novità sulle bici un'innovazione utile a chi va in bici. Il prodotto che più mi ha colpito è "Future Helmet". Il primo casco intelligente per muoversi in bici in tutta sicurezza. Grazie a questo caschetto, un sistema bluetooth, un accessorio da mettere sul manubrio e il vostro smartphone potete segnalare le vostre svolte, parlare al telefono, ascoltare musica senza mai muovere le mani dal manubrio. Il casco trasmette la vostra posizione grazie al GPS. Se si verifica un groppo impatto e non ci sono movimenti sul caschetto per troppo tempo partiranno delle chiamate a dei numeri di emergenza da voi indicati. Inoltre permette di comunicare con altri ciclisti che sono in giro con voi e che magari sono più avanti e più indietro di voi tramite un sistema Walkie Talkie.

Grazie alla app dedicata potete monitorare anche la vostra pedalata e i vostri percorsi.  Un semplice caschetto e mille funzioni utilissime e sicure! Ora non ci resta che provarlo e raccontarvelo meglio!

Turismo, premi e ciclovie

Naturalmente non potevo mancare alla premiazione delle migliori ciclovie d'Italia.

Nel nostro articolo trovate i vincitori e il racconto.

Eccovi anche un nostro piccolo video

+Turismo