+Turismo

In uno dei paesaggi più affascinanti della Toscana, oggi patrimonio mondiale dell’UNESCO 


Già nei tempi degli etruschi e romani questa terra fu modellata dagli uomini. Camminando in Val d’Orcia si sente con ogni passo l’armonico insieme tra intervento umano, cultura, storia e splendida natura. Le colline delle Crete con i suoi spazi infiniti in autunno affascinano con le sfumature di color giallo ocra mentre in primavera si coprono del verde dei campi di grano che nel vento appaiono come immensi mari. Filari di cipressi emergono dal niente sull’orizzonte, città medievali, paesini e borghi come Pienza o Montalcino catturano lo sguardo. E’ impossibile sottrarsi alla magia dei luoghi suggestivi come l’abbazia di Sant’ Antimo con i canti gregoriani o le antiche terme di Bagno Vignoni già apprezzate da Lorenzo dei Medici.

  • 1° giorno - Montalcino – Abbazia di San Antimo.
    Descrizione della tappa: A Montalcino inizia il cammino tra vigne, colline e boschi con splendide vedute sulla Val d’Orcia, Monte Amiata e la Maremma. Passando per Villa a Tolli giungiamo all'Abbazia San Antimo, una delle chiese romaniche più belle e suggestive della Toscana. Nel monastero vengono celebrato ancora oggi i canti gregoriani. Dopo la visita di San Antimo saliremo al vicino paesino di Castelnuovo dell’Abate.Note: Per il pernottamento nel ostello della Abbazia di San Antimo occorrono il sacco a pelo ed asciugamani
  • 2° giorno - Abbazia di Sant’ Antimo – Bagno Vignoni - San Quirico d'Orcia
    Descrizione della tappa: Una giornata di emersione totale nella bellezza della Val d’Orcia. Attraversiamo la riserva naturale di Ripa d'Orcia prima di riposarci a Bagno Vignoni, con la sua bellissima piazza costituita da una piscina termale. Poi si sale a Vignoni Alto, borghetto fortificato del XI° secolo. Godendo un panorama mozza fiato su tutta la Valle d’Orcia in tardo pomeriggio si arriva a San Quirico d’Orcia.
  • 3° giorno - San Quirico d'Orcia - Pienza
    Descrizione della tappa: Da San Quirico d’Orcia, delizioso borgo di origine etrusco e tappa importante sulla Via Francigena continuiamo il nostro cammino verso Pienza. Il sentiero si sviluppa tra le crete di argilla con vedute ampie interrotte solo da cipressi singoli e macchie gialle di ginestre. Passiamo per la chiesetta di Vitaleta e la Pieve di Corsignano prima di arrivare a Pienza, la città ideale rinascimentale.Note: A Pienza ci sarà l'occasione di degustare i famosi vini rossi che incontreremo durante il nostro viaggio: dal Brunello al Nobile di Montepulciano
  • 4° gioprno - Pienza -– Monticchiello- Montepulciano
    Descrizione della tappa: Bellissima camminata su sentieri che collegano tre gioielli della Val d’Orcia. Da Pienza si raggiunge il piccolo borghetto medioevale di Monticchiello che ogni agosto ospita lo spettacolo “il teatro povero di Monticchiello”. Da lì si prosegue sulla strada panoramica con vedute su viali di cipressi ed oliveti secolari per poi arrivare alla nostra meta finale: La Piazza Grande di Montepulciano.

N.B. In caso di mal tempo possono essere modificati i programmi giornalieri

LINK AL PROGRAMMA DETTAGLIATO: http://www.waldenviaggiapiedi.it/trekking/la-val-dorcia-tra-colline-abbazie-e-borghi/ 

 

+Turismo